sabato 30 giugno 2012

la festa dei lampioni

L'estate ci avvolge in tutto il suo calore, il sole fa sentire la vita più che mai.
Abbiamo festeggiato il solstizio a Calimera, nella terra della Grecìa salentina ( qui si parla il griko, un dialetto molto simile al greco) dove ogni anno si celebra la Festa dei Lampioni. Si dice che questi lampioni colorati, creati in carta da mani sapienti, abbiano origine nella Cappadocia.
Si tratta di una festa antica questa, in cui la sacralità religiosa si mescola con quella pagana.
Passeggiare tra le stradine strette  del centro storico di Calimera è stato come trovarsi nel paese dei balocchi.
I lampioni colorati , il percorso interiore che si dispiegava all'esterno nel percorso della celebrazione...

Ho camminato con la testa all'insù permettendo al mio animo di stupirsi ad ogni passo.
Nelle corti delle case antiche sono stati allestiti dei negozi momentanei di artigiani, artisti locali.
Come quello di Simone che vende i suoi saponi artigianali, se passate da Calimera dovete assolutamente fare una salto nella sua bottega verde muschio.
Come i centrini delle signore del luogo.
Come i violini di un'artista che ci ha anche allietato con le sue melodie.
Non mancavano gli scouts che vendevano i prodotti di Libera contro le mafie.
E le ragazze che hanno messo su un'associazione animalista, con il loro banchetto colorato.
Una calamita a forma di cuore appesa alla lavagna magnetica, con su stampata la scritta love e  l'impronta di una zampina, mi ricorda i loro sorrisi.

Abbinata alla festa si è tenuta la sagra de lu cuturusciu.
Lu cuturusciu è un morbido tarallo che viene creato con i rimasugli d'impasto del pane fatto in casa, ai quali sono aggiunti olio, pepe e sale grosso.
Una vera prelibatezza!

Naturalmente non poteva mancare la musica tradizionale ad allietare la serata :)
Ho scattato delle foto che caricherò nei prossimi giorni per far conoscere ai vostri occhi questa festa che mi ha tanto colpita.
Purtroppo questo vecchio pc m'impedisce di farlo ora.

A presto :)

mercoledì 13 giugno 2012

Biosteria, counselling e un pò di me

L'altra sera siamo stati qui
L'ho scoperto proprio grazie a questo blog e dopo qualche giorno sono venuta a sapere dell'inaugurazione della Biosteria...un eventone!

E' davvero un bel posto, immerso nella natura salentina, a pochi km dal nostro paesello.
Che dire..un piccolo paradiso.
Mi ha colpito , arrivando, l'atmosfera onirica, la bella gente che frequenta il luogo e quella che ci lavora...
L'esterno, immerso nella natura e l'interno...un vecchio mobile che diventa un porta pianta, i lampadari creati con i bicchieri di vetro...la lampada alla cassa ricavata da una bottiglia...
Menu appesi all'albero con uno spago...
Mi avvicino a leggerli...tutto bio, tutto a km 0, tutto vegetariano, per lo più vegano.
I prezzi? Contenutissimi, onesti, anti-crisi.
Prendiamo la pasta casereccia con pesto di barbabietole e mandorle, tutto il resto è andato a ruba (avrei voluto provare la lasagna veg al kamut..o al farro?)
Buonissima!
Un bicchiere di vino rosato, da uva biologica costa un euro...buono buono buono!
Sarei tentata da prenderne un altro da quanto è buono, ma non voglio esagerare.

Se passate dal Salento un salto da Piccapane è d'obbligo!
E' uno dei pochissimi posti nel basso Salento in cui è possibile mangiare vegetariano e a km 0 e bere la birra artigianale e il vino senza solfiti.
Oltre ad un bagno..ma per carità lasciate perdere Gallipoli super turistica e cara, caotica.
Dove fare un bagno nel Salento?
Andate a Ugento,Porto Selvaggio, Otranto (Alimini),Torre dell'Orso, Santa Maria di Leuca...

Io e lo scrittore stiamo modificando la nostra alimentazione eliminando le "cose" industriali.
Adesso tante verdure, frutta, molta meno pasta.
Movimento.
Natura.
Ho anche rispolverato gli esercizi di riscaldamento di danza moderna( alcuni dei quali mi ricordano tanto delle posture yoga, oltre al let go) e quindi si ricomincia con addominali e piegamenti!
Ma è un riscaldamento dolce, potete trovare alcuni degli esercizi cliccando qui

E' un pò tardi per la prova costume, ma non per sentirsi meglio e in forma.

Continuo a curare il mio blog sul counselling, ecco il nuovo post

Ne approfitto per ringraziare la carissima Giorgia per avermi assegnato un nuovo premio "Blog speciale"
Eccolo :)



sabato 9 giugno 2012

iniziativa di solidarietà

E' arrivato , improvvisamente, il caldo qui nel Salento.
E così accade che, campi che fino a poco tempo fa esplodevano in un tripudio di colori, s'ingialliscano.
Campi che si donano al sole e da lui si fanno scaldare, bruciare.
Quando vado a trovare i miei attraverso sempre in macchina un viale alberato che collega la loro cittadina ad una vicina frazione...è bello passare sotto quel tunnel di fronde ombrose che sembrano danzare al mio passaggio... anche le loro verdi fronde cambiano seguendo i cicli della natura, adesso sono diventate per metà di un rosso bruciacchiato.
Lì vicino si trovano campi coltivati e in un gazebo sul viale si vendono prodotti a km 0
Quante gente ci va!

Ieri siamo stati ad una cena di solidarietà , organizzata da un'associazione,ed è stata veramente una serata allegra, da ricordare.Li ho scoperti tempo fa e ho chiesto di essere tra i loro volontari nei mesi estivi, quando arriveranno i bambini saharawi a riprendersi dal loro clima troppo troppo caldo,troppo ostile.
I proventi di questa cena contribuiranno a finanziare il loro soggiorno nel Salento.

Mi è piaciuto perchè, per una buona volta, non si é trattato di quelle cene ipocrite organizzate più per fare trascorrere una serata  nel lusso e che sembrano  una lavanderia  chic per pulizie di  coscienze,la location era in campagna,in un posto semplice e suggestivo  gestito da una cooperativa, con lunghe e spartane tavolate di legno ( ci si sedeva con chi capitava!), cibo cucinato dai volontari, tutto semplice e... vero!
Tutto di cuore, ne sono rimasta molto colpita!Dritto all'essenziale, come piace a me.
Con un buffet da leccarsi i baffi e la cosa bella è che quasi tutti i cibi eran vegetariani essendoci un buon numero di vegetariani! ( che non ci dicano, come a volte accade, che ci inteneriamo solo davanti a gattini abbandonati! ;p )

La serata è stata allietata da altre associazioni, con canti  e musiche e la proiezione  di un filmato sulla vita del popolo Saharawi.
Di queste cose non se ne parla alla tv o nei giornali, ma è importante venire a contatto con tali realtà.
Se volete saperne di più cliccate  qui e qui
 Tra un bicchiere di vino, ottimo cibo e , soprattutto, una nobile causa, abbiamo trascorso una bellissima serata.
Volete aderire al progetto di accoglienza estiva? Cliccate qui

Intanto continuo a navigare con la fantasia, nelle mia testa siamo già in India!O forse una parte di me è già volata lì!
Ecco qua  uno dei posti in cui contiamo di andare.
Qualcuno di voi è già stato in India del Sud?
Perchè in tal caso si accettano dritte :)

E adesso vi saluto, stasera si prospetta un'altra serata interessante, vi farò sapere :)

martedì 5 giugno 2012

un premio!

Grazie a Kore che mi ha dato un nuovo premio, molto carino :) eccolo qui :)


mi ha fatto molto piacere riceverlo, anche perchè ero un pò perplessa..ho perso due dei miei lettori fissi e mi stavo chiedendo : questo blog è diventato troppo palloso? Fatemelo sapere eh!

Per "ritirare" il premio devo darlo ad altri 15 blog e dire 7 cose di me.
Non mi vengono in mente 15 blog, ma lo passo con piacere a :



E adesso 7 cose di me :)

1. vivo in una casa dalle pareti tutte colorate
2. ho scoperto di amare gli asparagi!
3. detesto il caldo
4. uso solo zucchero di canna
5. amo il chai tea!
6. sono una sorella maggiore
7. non mi piacciono i piselli e le fave!

Ieri annaffiando il mio orticello ho scoperto che sono spuntati i pomodori!
Sono ancora piccoli e verdi, che emozione!

Sto cercando di cambiare e regolarizzare i miei ritmi vitali...lunghe camminate, cena presto...adesso il prossimo step sarà alzarmi prima.Ce la farò?
:) Baciotti !

sabato 2 giugno 2012

il mio oggi

Oggi a pranzo una buona insalata di riso vegan!
Il riso è quello bio che trovo alla Coop,mi piace perchè è indicato per tutte le ricette, quindi evito di comprare il riso per il risotto, il riso per l'insalata ecc. ecc.
Solitamente però mi piace comprare il riso alla Bottega del Mondo a Lecce, quello integrale.
Ma se vado alla Coop a Lecce ( e lo faccio molto raramente) non vado alla Bottega del Mondo perchè si trovano in due parti opposte e sempre insieme ad altre commissioni da fare  o dai nostri cari da andare a trovare.
Non ci piace fare su è giù spesso,vuoi  per la benzina, vuoi  perchè è davvero poco sostenibile.

Che piacere, ci ho messo nell'insalata (oltre al condiriso vegetale, ma la prossima volta autoprodurrò anche quello) la maionese vegan che ho rifatto proprio stamattina.
Ieri invece, per la seconda sera di seguito, lo scrittore ha preparato i panzarotti alla menta.
Nella prima versione i panzarotti erano vegan e al forno, nella seconda vegetariani (c'era il formaggio) e fritti.
Della serie facciamoci del male.
E così anche lui di diverte a sperimentare. Erano buoni per davvero!
Che strano...parliamo tanto di autoproduzione eppure è così che facevano le nostre nonne, le mamme.
Forse questa parola prima nemmeno esisteva!

Le piantine dell'orto in terrazzo crescono...sono spuntati i fiori di pomodori e si affacciano al mondo altre piantine che ho seminato tempo fa.
Si sono già formate le patate e le cipolle, ma devo attendere ancora prima di raccoglierle.
La maggiorana è un tripudio di foglie odorose!

Navigando su internet scopro realtà sempre nuove  nel Salento : dalla bio osteria che sta nascendo, all'associazione che si occupa di discipline bio naturali, al volontariato.
Non è vero che qui ce ne stiamo con le mani in mano, siamo anzi abituati a darci da fare,a stare a contatto con la natura, la terra, il mare.
A svolgere anche lavori umili (onesti), indipendentemente dal titolo di studio.

Per tanto tempo ho sognato di andarmene, vivere altrove eppure scopro che mi piace vivere qui, riscoprire il territorio e crescere assieme a "lui".
E viaggiare ogni tanto, vedere il mondo e tornare nel mio territorio più "ricca", e riscoprirlo ancora con nuovi occhi.

Ieri ho scritto un nuovo post sul mio blog di counselling a mediazione corporea, per leggerlo cliccate qui
Mi sono ispirata alla mia tesi il cui titolo è "Laboratorio interiore tecniche di meditazione nel counseling" e ci potete trovare alcuni stralci.
Spero che v'incuriosisca almeno un pò :)

Un abbraccio