sabato 30 giugno 2012

la festa dei lampioni

L'estate ci avvolge in tutto il suo calore, il sole fa sentire la vita più che mai.
Abbiamo festeggiato il solstizio a Calimera, nella terra della Grecìa salentina ( qui si parla il griko, un dialetto molto simile al greco) dove ogni anno si celebra la Festa dei Lampioni. Si dice che questi lampioni colorati, creati in carta da mani sapienti, abbiano origine nella Cappadocia.
Si tratta di una festa antica questa, in cui la sacralità religiosa si mescola con quella pagana.
Passeggiare tra le stradine strette  del centro storico di Calimera è stato come trovarsi nel paese dei balocchi.
I lampioni colorati , il percorso interiore che si dispiegava all'esterno nel percorso della celebrazione...

Ho camminato con la testa all'insù permettendo al mio animo di stupirsi ad ogni passo.
Nelle corti delle case antiche sono stati allestiti dei negozi momentanei di artigiani, artisti locali.
Come quello di Simone che vende i suoi saponi artigianali, se passate da Calimera dovete assolutamente fare una salto nella sua bottega verde muschio.
Come i centrini delle signore del luogo.
Come i violini di un'artista che ci ha anche allietato con le sue melodie.
Non mancavano gli scouts che vendevano i prodotti di Libera contro le mafie.
E le ragazze che hanno messo su un'associazione animalista, con il loro banchetto colorato.
Una calamita a forma di cuore appesa alla lavagna magnetica, con su stampata la scritta love e  l'impronta di una zampina, mi ricorda i loro sorrisi.

Abbinata alla festa si è tenuta la sagra de lu cuturusciu.
Lu cuturusciu è un morbido tarallo che viene creato con i rimasugli d'impasto del pane fatto in casa, ai quali sono aggiunti olio, pepe e sale grosso.
Una vera prelibatezza!

Naturalmente non poteva mancare la musica tradizionale ad allietare la serata :)
Ho scattato delle foto che caricherò nei prossimi giorni per far conoscere ai vostri occhi questa festa che mi ha tanto colpita.
Purtroppo questo vecchio pc m'impedisce di farlo ora.

A presto :)

2 commenti:

  1. Ciao Sara,attendo la pubblicazione delle tue foto... e nel frattempo ti auguro una Serena Domenica ^_^

    RispondiElimina
  2. mi piace tanto scoprire le radici antiche delle tradizioni, soprattutto quando affondano nel passato e ci ricordano da quale incredibile miscellanea di culture deriviamo. bel racconto, a presto :)

    RispondiElimina

☾ Tat Tvam Asi ♥