giovedì 26 luglio 2012

giornate estive

 *Questo post è stato scritto in due giorni differenti*

Grazie a chi accolto l'invito di lasciare una sua traccia nel blog, mi piace tanto leggervi, non voglio incentrare il blog su di me anche se è una sorta di diario della mia vita, ma farne, quando è possibile, un "noi".
In questo periodo accadono tante cose nella mia vita, belle e brutte, come è giusto che sia.
Fortunatamente per mia natura mi concentro sulle cose positive perchè sono quelle a darti la giusta carica per andare avanti.
Ma anche ciò che accade di spiacevole cela dentro di sè un suo insegnamento.
Una volta compreso però le lascio andare.
A cosa serve crogiolarci nel negativo?
:)

Ci sono nuove conoscenze che riempiono il cuore, chissà se alcune di loro non diventeranno delle belle amicizie.
Ci sono due progetti ai quali ho aderito e che mi stanno trasformando la vita.
E poi ci sono anche vecchie "conoscenze" ad allietare i giorni, quelle amicizie che porti con te da sempre o da tanto e che sono delle presenze costanti, nonostante tutto.

Qualche giorno fa è stato il mio compleanno e lo scrittore, dietro mio desiderio, mi ha regalato una bella macchina da cucire.
Mia mamma cuciva ed io da bambina la guardavo a bocca aperta, sognando da grande di cucirmi i vestiti da sola
Confesso di non sapere da dove iniziare adesso, ma il mio obiettivo è proprio quello creare da sola ciò che indosserò.
Magari iniziando da cose piccole.

Vi farò sapere :)

L'orto in terrazo, piccolino, è un tripudio di pomodori che continuano a spuntare, guardo stupita quelle paintine e quanto hanno da offrire.
Stamattina, appena sveglia, come ogni mattina sono uscita ad annaffiare le piante e a raccogliere qualche pomodorino.
Che gioia!
Oggi voglio cucinare i ceci neri che abbiamo acquistato il giorno del solstizio ad una festa di paese in un paesino della Grecìa salentina Zollino, conosciuto per la produzione del pisello nano.
Nella piazza del paese c'è una statua particolare che lo celebra.
Eccola :

 27/07/2012

Vi avevo promesso alcune foto della festa delle luci a Calimera e nonostante sia passato un pò di tempo le posto subito.





Lo spettacolo che si presenta dal vivo è molto suggestivo, passeggiando nei vicoli stretti del centro storico con l'animo aperto e ricettivo la magia dei lampioni e l'energia del luogo rimarrà dentro al cuore.


Passando ad altro..ieri mi è stato fatto il  primo tatuaggio.Lo volevo da molto tempo e sentivo che era arrivato il momento giusto.

Eccolo qui.


Per me ha un significato ben preciso e sta lì proprio a ricordarmelo <3

1 commento:

  1. Sono stupende le lanterne della Festa della Luce...
    Per me è un periodo difficile: i lavori in corso, il caldo, le zanzare, la polvere ovunque, la confusione... non aiutano a stare sereni e sia io che i ragazzi (per non parlare di mio marito) siamo molto nervosi e tesi. Speriamo che questi lavori finiscano in fretta!!!
    Un bacio grande
    Francesca

    RispondiElimina

☾ Tat Tvam Asi ♥