giovedì 24 gennaio 2013

di una dolce Consapevolezza

Eccomi qui, ho appena recensito un libro su ibs, per leggere tra qualche giorno cliccate qui ( la recensione non appare subito sul sito).
Il libro è i segreti delle spose indiane,trovato d'estate su una bancarella, costo 5 euro.
Ricordo che ve ne parlai all'epoca.
Adesso è ricomparso con un titolo diverso il gusto proibito della cannella.
La lettura è stata faticosa a tratti,ma mi capita ancora di pensarci a distanza di tanto tempo,c'è qualcosa del libro che mi è rimasto dentro.
Una volta Nabil, il cantante dei Radiodervish, disse al corso di musica araba che i libri andrebbero letti in lingua originale perchè con la traduzione si perde sempre qualcosa.
Credo che sia così, quante espressioni, modi di dire esistono in una lingua che non si possono tradurre?
Lo noto anche per il dialetto,quando qualcuno che viene da fuori ci chiede di tradurre determinati modi di dire in italiano l'effetto è totalmente diverso...

A proposito di libri, non sto leggendo molto ultimamente, la sera vado a letto presto e sono talmente stanca che crollo subito.
Ed essendo una lettrice accanita, mi mancano questi momenti speciali.

Questo 2013 segna la chiusura di alcuni cicli per la mia vita, ma ve ne parlerò a tempo debito.
Compio determinati gesti con la consapevolezza che da qui a qualche mese non saranno più gli stessi e non c'è tristezza,solo una dolce Consapevolezza.
Avverto il mutamento nel profondo e lo lascio agire...

Buon pomeriggio a tutti :-)






martedì 22 gennaio 2013

una giornata (magica) come tante

Studiare, dare vita ad un progetto e in tutto ciò confrontarsi con altre donne che vivono sul territorio...
Aprirsi sempre più una all'altra,giorno dopo giorno, vivendo momento per momento...
 Non sappiamo se dopo questo corso ci frequenteremo,non ci poniamo nemmeno il problema, l'importante è vivere il momento insieme, goderlo.

E poi nel pomeriggio andare a meditazione con il mio amore...
Mi piace il gruppo di meditazione, ve ne ho parlato tante volte, è stato a lungo un cerchio di donne ma adesso non lo è più, siamo un gruppo misto...fino a che non cambierà il Vento :)
Ormai quel posto è la mia seconda casa e vi dirò, oltre alla meditazione, la cosa che mi piace è stare con gli altri dopo, chiacchierare insieme, scherzare, mangiando qualche dolcino.
Ognuno racconta un aneddoto curioso della sua vita, magari accaduto nei giorni in cui non ci siamo visti, oppure racconta qualcosa che lo ha colpito, o si parla di film, qualsiasi cosa ci passi per la mente e si abbia voglia di condividere.
Quello che è accaduto durante la meditazione, rimane come sospeso nella saletta in cui l'abbiamo svolta, dopo lo sharing non ne parliamo più.
Una volta che ci siamo spostati nel salottino siamo semplicemente un gruppo di amici.
E' questo che mi piace del nostro cerchio,la nostra assoluta "normalità".

Una volta tornati a casa, io e il mio amore, abbiamo cenato...scamorzine alla griglia e insalatina, come quelle sere d'estate, durante l'accoglienza estiva dei piccoli ambasciatori di pace...
Mentre assaporo questo pasto semplice e veloce il ricordo si fa più vivo, come mi mancano i piccoli!
Pensare che non li rivedremo mai più e nonostante questo sapere che saranno per sempre nel mio cuore.


questa foto è stata scattata da me quest'estate,quel pomeriggio abbiamo raggiunto i piccoli per stare con loro...la pizzica e i saharawi... :)

prima di chiudere v'invito a visitare il mio secondo blog dedicato ai viaggi, cliccando qui
Accorrete numerosi! :-)

domenica 13 gennaio 2013

preparativi da backpacker

Eccomi qui,la stufa che mi scalda, un caffè Quarta appena bevuto.
Dovete sapere che il caffè Quarta è un must per noi salentini.
Gli studenti universitari se lo portano in valigia , quando lasciano il paesello.
Ricordo mio fratello, ogni volta che doveva ripartire per i suoi studi, metteva sempre nella valigia due,tre pacchi di caffè preparati da me, mio padre o dalla nonna.
Sapore di casa, di Salento.
Me lo sono portata anche in Grecia,un'amica mi ha detto che questo caffè la segue sempre anche in India.
C'è poco da fare, siamo proprio ammaliati da questa miscela!
Quando vado a trovare i miei parenti nelle Marche,lo trovo anche lì.
Ce lo portiamo ovunque!
Caffè e frise, neanche quelle possono mancare :-)




Ieri siamo andati a comprare lo zaino per lui, il sacco lenzuolo per entrambi e visto che c'eravamo anche una torcia, dicono che lì ce ne sia bisogno poichè spesso salta la corrente.
Cercando tra i vestiti estivi qualcosa  a buon prezzo per il lungo viaggio, mi sono accorta di una cosa: erano tutti  made in India e così mi è sembrato assurdo acquistarli.
 Portati abiti vecchi,non comprare nulla, tanto lì non si deve sfilare è stato il consiglio che un'amica leccese mi ha dato tempo fa, pur sapendo che non sono avvezza alle sfilate...ma ho colto il senso della frase.

Comunque, ho sbagliato la taglia del sacco lenzuolo, se volete stare comodi e larghi, vi consiglio vivamente di prendere una taglia in più, altrimenti rischierete di finire mummificati come me!
Stanotte lui mi ha tenuta sveglia per navigare su skyscanner, questo sito è fighissimo e apre la mente a lunghe fantasie sui viaggi, su possibili scali in parti del mondo che forse non avresti mai considerato :-)
Se non lo conoscete fate una prova...avrete la possibilità di scegliere la compagnia più economica per la vostra tratta, comodamente e serenamente :-)

Passando all'argomento cinema...

La nostra vita non ci appartiene.Siamo legati agli altri.E con ogni crimine e ogni gentilezza generiamo il nostro futuro.Tutto è connesso.

Cloud Atlas, tratto dal libro di David Mitchell, è un film che mi è piaciuto molto.
A quanto pare o si ama o si detesta, chi s'interessa di spiritualità dovrebbe vederlo per i messaggi che contiene, come quasi tutti i film di fantascienza.


Lo scrittore del libro  ha viaggiato tanto ed è stato anche in India a 18 anni, da backpacker...ecco cosa dice al riguardo:

Ero a Nuova Delhi, in un incrocio trafficato, con tante macchine, un gran frastuono, gli scooter, le biciclette,gli elefanti e le mucche,ricordo di aver pensato: questa gente possiede qualcosa che noi abbiamo perduto.Le nostre norme stradali,le misure sanitarie e il sistema in generale ci hanno semplificato l'esistenza assicurandoci un'aspettativa di vita maggiore e forse una società più giusta.Ma tutto questo ha un costo, ed è quello che io ho avvertito laggiù.Là c'era una velocità e una densità di vita del tutto impensabile in occidente, che ho trovato molto ossigenante.

Per il resto dell'articolo cliccate qui

Avete visto qualche film interessante al cinema ultimamente? :-)




venerdì 4 gennaio 2013

Happy 2013!

Lo so, lo so...il 2013 è già iniziato da qualche giorno ma non potevo certo esimermi dal farvi gli auguri :-)
Vi auguro che questo 2013 porti in superficie tutti i vostri sogni e che vi attrezziate per viverli...
Così come sto facendo io.

Oggi è una giornata particolare, di raccoglimento dopo tanti giorni di pranzi e cene e abbracci e saluti, tra amici vecchi e nuovi, parenti vicini e lontani.
Ci siamo impigiamati per sigillarci in casa, dopo gli impegni reciproci della mattinata.

Da qualche tempo mi ero posta una domanda : cosa mi blocca riguardo una determinata sfera della mia vita.
Quando sento che c'è un blocco verso qualcosa e non riesco a venirci a capo, faccio così, chiedo.
Che sia l'Esistenza o la Luna ...pongo la mia domanda...
E' sempre più romantico che chiederla al mio inconscio, no? :-)

E dopo tanto tempo la risposta è arrivata!O meglio, ce l'avevo sempre sotto agli occhi ma non la vedevo.
Sapete cosa vuol dire questo?
Che mi sento leggera e serena, come se mi fossi tolta un peso dal cuore, adesso SO e di conseguenza mi attiverò per far cambiare le cose.

:-) :-) :-)

...Tempo fa vi avevo raccontato di un piccolo problemino di salute, ho fatto i dovuti controlli e sembra che si tratti di un falso allarme.
La Dottoressa che mi segue ha detto che ho delle difese immunitarie fortissime e questo è meraviglioso!
Sono stata attaccata non so qualte volte per la mia alimentazione diversa (secondo alcuni) perchè sono vegetariana e le parole della dottoressa mi hanno rincuorata moltissimo.
Invece ho saputo che proprio una delle persone che mi ha attaccata di più  non sta molto bene a causa della sua cattiva alimentazione...
Non mi fa piacere ricevere determinate notizie, auguro a questa persona di rimettersi presto in Salute.

Sono certa che anche la pratica della meditazione abbia a che fare con questo stato di benEssere che mi appartiene.

Ognuno di noi, chi più chi meno,ha i suoi "metodi" per stare bene/meglio, i vostri quali sono?