giovedì 24 gennaio 2013

di una dolce Consapevolezza

Eccomi qui, ho appena recensito un libro su ibs, per leggere tra qualche giorno cliccate qui ( la recensione non appare subito sul sito).
Il libro è i segreti delle spose indiane,trovato d'estate su una bancarella, costo 5 euro.
Ricordo che ve ne parlai all'epoca.
Adesso è ricomparso con un titolo diverso il gusto proibito della cannella.
La lettura è stata faticosa a tratti,ma mi capita ancora di pensarci a distanza di tanto tempo,c'è qualcosa del libro che mi è rimasto dentro.
Una volta Nabil, il cantante dei Radiodervish, disse al corso di musica araba che i libri andrebbero letti in lingua originale perchè con la traduzione si perde sempre qualcosa.
Credo che sia così, quante espressioni, modi di dire esistono in una lingua che non si possono tradurre?
Lo noto anche per il dialetto,quando qualcuno che viene da fuori ci chiede di tradurre determinati modi di dire in italiano l'effetto è totalmente diverso...

A proposito di libri, non sto leggendo molto ultimamente, la sera vado a letto presto e sono talmente stanca che crollo subito.
Ed essendo una lettrice accanita, mi mancano questi momenti speciali.

Questo 2013 segna la chiusura di alcuni cicli per la mia vita, ma ve ne parlerò a tempo debito.
Compio determinati gesti con la consapevolezza che da qui a qualche mese non saranno più gli stessi e non c'è tristezza,solo una dolce Consapevolezza.
Avverto il mutamento nel profondo e lo lascio agire...

Buon pomeriggio a tutti :-)






5 commenti:

  1. E' un periodo di malinconie e nostalgie per me... Mi sento un po' sola a volte, come se intorno non trovassi molta comprensione, molte possibilità per aprire il mio cuore o dare libero sfogo ai pensieri. Sto cambiando anche io e questo cambiamento è difficile da esprimere... ma è un viaggio solitario, dell'anima, ed è giusto sia così. Sarebbe bello però avere accanto qualcuno con cui condividere. Accontentiamoci degli amici web che anche se lontani e non fisicamente presenti, sono vicini con il cuore.
    Un bacio
    Francesca

    RispondiElimina
  2. Anche un amico virtuale può non essere poi così irreale...i sentimenti corrono anche qui sul web :-) ti sono vicina e si, proprio con il cuore :-) un abbraccio

    RispondiElimina
  3. oh donne ...
    come mi allineo con te Francesca quando leggo "Sarebbe bello però avere accanto qualcuno con cui condividere" e quanto vorrei Chandana lasciar andare il controllo sulle cose, sulle situazioni, avvertire il cambiamento nel profondo e ... lasciarlo agire ...
    ... ci sto lavorando!
    grazie a tutte e due!
    un abbraccio
    ps come faccio a leggere la recensione del libro? non sono in periodo letture indiane ma, spero ritorni ...

    RispondiElimina
  4. Ciao Elisabetta,grazie a te mi sono accorta che la recensione non è ancora apparsa su ibs,per ovviare il problema la riscriverò qui sul blog,anche se non sarà uguale,non ricorod le aprole esatte che ho utilizzato, ma il senso alla fine è quello :)
    I blog servono anche a questo, a condividere.Ho incontrato dal vivo alcune persone conosciute sul web nel corso degli anni e sono stati incontri importanti.
    Per lasciar andare il controllo...bisogna allenarsi...è come un gioco da provare e riprovare :) Un bacione

    RispondiElimina
  5. ecco qui, adesso il commento è visibile, problema risolto ;)
    http://www.ibs.it/ser/serrec.asp?em=465604

    RispondiElimina

☾ Tat Tvam Asi ♥