domenica 13 gennaio 2013

preparativi da backpacker

Eccomi qui,la stufa che mi scalda, un caffè Quarta appena bevuto.
Dovete sapere che il caffè Quarta è un must per noi salentini.
Gli studenti universitari se lo portano in valigia , quando lasciano il paesello.
Ricordo mio fratello, ogni volta che doveva ripartire per i suoi studi, metteva sempre nella valigia due,tre pacchi di caffè preparati da me, mio padre o dalla nonna.
Sapore di casa, di Salento.
Me lo sono portata anche in Grecia,un'amica mi ha detto che questo caffè la segue sempre anche in India.
C'è poco da fare, siamo proprio ammaliati da questa miscela!
Quando vado a trovare i miei parenti nelle Marche,lo trovo anche lì.
Ce lo portiamo ovunque!
Caffè e frise, neanche quelle possono mancare :-)




Ieri siamo andati a comprare lo zaino per lui, il sacco lenzuolo per entrambi e visto che c'eravamo anche una torcia, dicono che lì ce ne sia bisogno poichè spesso salta la corrente.
Cercando tra i vestiti estivi qualcosa  a buon prezzo per il lungo viaggio, mi sono accorta di una cosa: erano tutti  made in India e così mi è sembrato assurdo acquistarli.
 Portati abiti vecchi,non comprare nulla, tanto lì non si deve sfilare è stato il consiglio che un'amica leccese mi ha dato tempo fa, pur sapendo che non sono avvezza alle sfilate...ma ho colto il senso della frase.

Comunque, ho sbagliato la taglia del sacco lenzuolo, se volete stare comodi e larghi, vi consiglio vivamente di prendere una taglia in più, altrimenti rischierete di finire mummificati come me!
Stanotte lui mi ha tenuta sveglia per navigare su skyscanner, questo sito è fighissimo e apre la mente a lunghe fantasie sui viaggi, su possibili scali in parti del mondo che forse non avresti mai considerato :-)
Se non lo conoscete fate una prova...avrete la possibilità di scegliere la compagnia più economica per la vostra tratta, comodamente e serenamente :-)

Passando all'argomento cinema...

La nostra vita non ci appartiene.Siamo legati agli altri.E con ogni crimine e ogni gentilezza generiamo il nostro futuro.Tutto è connesso.

Cloud Atlas, tratto dal libro di David Mitchell, è un film che mi è piaciuto molto.
A quanto pare o si ama o si detesta, chi s'interessa di spiritualità dovrebbe vederlo per i messaggi che contiene, come quasi tutti i film di fantascienza.


Lo scrittore del libro  ha viaggiato tanto ed è stato anche in India a 18 anni, da backpacker...ecco cosa dice al riguardo:

Ero a Nuova Delhi, in un incrocio trafficato, con tante macchine, un gran frastuono, gli scooter, le biciclette,gli elefanti e le mucche,ricordo di aver pensato: questa gente possiede qualcosa che noi abbiamo perduto.Le nostre norme stradali,le misure sanitarie e il sistema in generale ci hanno semplificato l'esistenza assicurandoci un'aspettativa di vita maggiore e forse una società più giusta.Ma tutto questo ha un costo, ed è quello che io ho avvertito laggiù.Là c'era una velocità e una densità di vita del tutto impensabile in occidente, che ho trovato molto ossigenante.

Per il resto dell'articolo cliccate qui

Avete visto qualche film interessante al cinema ultimamente? :-)




10 commenti:

  1. io l'ho visto l'altra sera cloud atlas! mi è piaciuto tantissimo, anche se a volte era un po' difficile capire i collegamenti... però si capiva che c'era di mezzo il karma. davvero suggestivo.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  2. si specialmente all'inizio è un pò difficoltoso da seguire, si deve stare attentissimi.Penso che rivedendolo capirò cose che sicuramente mi sono sfuggite :-)
    Adesso ho tanta voglia di leggere il libro :-)

    RispondiElimina
  3. Ciao Chandana
    mi piace tanto il cinema ma purtroppo ci vado poco e se ci vado, in genere accompagno i figli quindi finisce sempre che guardo cartoni animati o film per ragazzi.
    Cosa ha di speciale questo caffe Quarto???
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Francesca, è semplicemente squisito :-) ma si trova solo qui, per questo ce lo portiamo ovunque :P

      Elimina
  4. ah il saccolenzuolo ... l abbiamo usato l ultima volta in India, inconsapevolmente incinta del secondo figlio e da allora giace silente in un baule ...
    vabbè,spero di ritornare ad usarlo mooolto presto.
    detto ciò, neppure al cinema vado!!!
    :-D i film mi piacciono ma quelli da cineforum x capirci e a dirla tutta in casa nostra abbiamo risentito un sacco del blocco ai siti da cui si potevano scaricare.
    sai Chandana, non ho mai colto le analogie tra fantascienza e spiritualità, ma è un genere che non mi ha mai particolarmente attirato, ora magari con questa nuova prospettiva mi ci avvicinerò maggiormente e focalizzerò la mia attenzione!
    a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora sicuramente avrai qualche dritta sull'India da darmi, se ti va sono tutt'orecchi :)a me piaceva tanto vedere i film in streaming su megavideo, adesso sono persa :( un abbraccio!!! :-)

      Elimina
  5. ah dritte ben poche cara: l india è tutto e niente, a volte talmente contraddittoria da sconcertare. ma affascinante, ricca di tutto (del tutto e del niente di cui sopra) credo che ognuno la veda e la viva a modo suo tant'è .... a sè. io ho cercato un compromesso con me stessa (sia fisicamente che emotivamente) andando in rajasthan. l'indole è prevalentemente mussulmana (sembra una frase razzista vero?) soprattutto coi turisti, in realtà c'è un'abissale differenza tra induisti e mussulmani, anche per atteggiamenti oltre che per ovvio modo di vivere.
    se ci dovessi tornare mi piacerebbe andare al sud.
    da quanto non parlavo dell'india ... sai per me è ,stato un viaggio difficile soprattutto perchè ho scoperto lì di essere incinta (dopo un aborto l anno precedente) e il terrore mi ha talmente sopraffatto che ... sono finita in "ospedale" sia lì che una volta tornata a casa. ma tutto bene eh!!! sono riuscita a portarmelo a casa sano e salvo! il mio piccolo bundi (dalla città in cui eravamo quando l ho scoperto) ha compiuto 4 anni sabato.
    grazie Chandana ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per aver condiviso una parte importante di te (mi hai fatta emozionare)e un abbraccio al tuo piccolo bundi.Ti seguo sulla pagina facebook ed è molto carina, sai?
      bacio :*

      Elimina
  6. è un argomento che emotivamente ancora mi "scuote", ma mai come la sua nascita ... ancora devo piangere e ancora quell'esperienza aleggia intorno a noi. ma è un'altra storia. è qui per insegnarmi molte cose e io ancora non le ho comprese tutte :-P
    invece grazie a te che mi hai dato modo di tornare a rivivere dei momenti così importanti!
    :-)

    RispondiElimina
  7. ...ci sono esperienze che richiedono più tempo per essere digerite...e cose che vengono svelate quand'è il giusto tempo :*
    dal nostro contatto, seppur virtuale, è nata una bella condivisione :)

    RispondiElimina

☾ Tat Tvam Asi ♥