lunedì 11 marzo 2013

Pondicherry

Sembra che la parte piu` dura del viaggio sia alle spalle.
Almeno per me.
Per lui e` un`altra storia.
In questa citta` dove l`influenza francese e `tangibile in alcuni luoghi,mi rilasso e riprendo energie.
Il caldo, eccessivo anche per questo mese, ci ha dato del filo da torcere.
India bollente come una tazza fumante di masala chai,quelli che chissa` perche` sono piu` buoni se li bevi in quei baracchini sudici,nei bicchieri di vetro lavati in fretta in una casseruola d`acciaio.
Bicchieri che han visto centinaia e centinai di bocche posarsi.
Piccoli sorsi di chai, baci fugaci a questa mamma India che a volte ti sculaccia guardandoti con aria severa seminascosta dietro un bindi rosso come i tramonti di Goa.
Altre  ti stringe al petto lasciandoti cullare tra le sete del suo sari piu` prezioso,il naso stuzzicato da note dolci di frangipane.

6 commenti:

  1. che bellezza viaggio con te... Pondy è stupenda e molto occidentale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, almeno nel quartiere francese :) direi che a questo punto del viaggio ci voleva un croissant :)

      Elimina
  2. questo viaggio tira fuori molta poesia nella tua scrittura :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie tesoro, e` come se questo viaggio stesse ritirando una parte di me molto importante che prima si esprimeva attraverso la scrittura in questo modo...e tu lo hai notato.Ti abbraccio

      Elimina
  3. quante sensazioni rivivo nelle tue parole ...
    quando torni ti trovi pure questo http://neuro-pepe.blogspot.it/2013/03/con-il-sesamo.html

    buona India!

    RispondiElimina

☾ Tat Tvam Asi ♥