mercoledì 24 aprile 2013

Spazio Sacro

Impastare la pasta Madre è qualcosa di catartico, primitivo.
Impastare,prendersi cura,  stare nel qui ed ora.
Non puoi volare altrove con la mente, lei richiede totale attenzione, dedizione.
E' una meditAzione attiva.

Sono alle prese con la Viny, la p.m. che ho ricevuto in dono al Pasta Madre Day e che ha fatto da ponte per un incontro speciale.
L'avevo congelata prima di partire per il Viaggio e l'altro giorno ho provato a scongelarla, seguo le istruzioni della Regina del Sapone.
Sono nella fase in cui rinfresco la p.m. ogni due giorni senza metterla nel frigo.

Imparo, passo dopo passo e decresco.

Un tempo vi parlavo spesso dei cerchi di donne spontanei ai quali partecipavo, per un periodo ho cercato la mia Via staccandomi dal gruppo e dedicandomi ad altro, poi sono tornata lì, dove è casa.
Da un pò le cose sono cambiate....
Ormai nel cerchio ci sono ben tre maschietti!E uno di loro è il mio amore.
E' bella anche questa nuova dimensione, di diverse energie che si fondono.
E' bello meditare tutti insieme e dopo invece di andare a casa, trattenersi ancora un pò a  scambiare due chiacchiere, ridere e scherzare mangiando della cioccolata, o qualche caramella.

         Meditazione del luogo di pace.

Il luogo di pace è un luogo simbolico che si trova dentro di te.
E’ sempre presente, anche mentre attraversi le tempeste della vita e potrai imparare a contattarlo , in modo da trovare la giusta centratura.
Inoltre, attraverso l’immaginazione e il suo immenso potere creativo, potrai ritrovare i tuoi poteri interiori, aspetti di te che erano rimasti nascosti sotto la polvere del tempo.
Per iniziare:
luci soffuse, preferibilmente accendi un incenso e una candela.
Abiti comodi, togliere anelli e collane.
Sdraiati con la pancia in su, le braccia stese lungo i fianchi, senza toccare il corpo,i palmi delle mani rivolti verso l’alto.
Le gambe devono essere leggermente divaricate, gli occhi chiusi.
Lascia che il tuo corpo diventi pesante, sempre più pesante e poi abbandonalo. Dimenticati del corpo.
Respira consapevolmente , profondamente, tenendo la mascella rilassata,la bocca leggermente aperta.
Se fatta nel modo giusto, questa respirazione sarà molto rilassante, produrrà un massaggio interno ed andrà a rivitalizzare i chakra.
Immagina di entrare, usando il potere della visualizzazione, nel TUO luogo di pace. Può essere un posto immerso nella natura, un posto dei tuoi sogni, un bosco, una foresta, un luogo che ami.
Qui ti senti felice, amata/o. In pace.
Nel tuo luogo di pace sei il re/regina,il saggio, il mago/strega,l’alchimista.
Quando sei al centro del tuo essere, hai il potere di trasformare la realtà.
L’energia segue il pensiero!
Guarda questo posto, toccalo, vivilo, riposaci dentro.
Senti che è tuo, senti l’amore e l’energia  che questo luogo emana.
Che forme contiene questo posto?
Che tipo di energia emana?
Riesci a sentire  nel profondo l’amore in cui è immerso o avverti altre sensazioni?
Quali sono?
Concediti il tempo necessario e la calma per prendere consapevolezza del luogo, per risponderti a queste domande.
Che colori predominano nel tuo luogo di pace?
Pur mantenendo attenzione e consapevolezza su ciò che accade, cerca di rilassarti.
Sentiti al sicuro e qualsiasi siano state le tue sensazioni,renditi conto che qui sei al sicuro. Qui c’è l’amore. Qui niente e nessuno può ferirti.
Renditi conto della bellezza che il posto emana, della sua energia buona, nutriente, pulita.
Questo è il tuo centro e tu sei il testimone che vuole osservare ciò che accade intorno.
Esplora questo luogo, cammina, potrai fare degli incontri, anche fantastici, potrai parlare con queste entità.
Come sono, cosa ti dicono?
Qui, nel tuo centro, nel tuo luogo di pace,puoi parlare con qualsiasi cosa, che sia una cascata, una montagna, un animale, una fata.
Tutto è vivo e cosciente qui, ogni cosa è pura.
Osserva le forme e i colori delle cose  che ti circondano e delle tue emozioni.
Comunicherai con questi nuovi incontri attraverso il linguaggio del cuore, esso non necessariamente conosce le parole.
La comunicazione potrà avvenire attraverso immagini, sensazioni, colori, concediti la libertà di sperimentare nuove forme di comunicazione.
Questa libertà è anche la libertà di esprimere liberamente ciò che potrà affiorare da dentro : riso, pianto..qualsiasi cosa sia,esprimila, non trattenerti.
Se hai parlato con più entità, scegline una e accetta il regalo che certamente ti darà.
Qualsiasi esso sia.
Ascolta anche il messaggio che ha da portarti.
Se ne hai bisogno, chiedigli qualcosa  che vuoi sapere.
Poi ricambia, con un regalo, un messaggio, il tuo amore.
Continua ad usare il potere creativo della fantasia.
Impara dalla tua entità/guida e a tua volta insegnale qualcosa.
Poi riposa  nel tuo centro, nel tuo luogo di pace.
Concediti tutto il tempo.
Quando senti che è il momento, torna dolcemente e lentissimamente alla realtà..
Apri gli occhi, non alzarti di scatto..con calma…
Ringrazia te stessa/o e la Terra.
Puoi tornare in esplorazione nel tuo luogo di pace ogni volta che lo vorrai.
Sappi che le entità incontrate sono tutte parti di te che hanno da mostrarti e insegnarti qualcosa.

*Liberamente tratta dal libro Meditazione di Paola Bertoldi

Namastè.

Chandana <3
Il mio luogo di pace
Ramana Ashram
Tiruvannamalai

Mi trovi su facebook, Stregata dall'Oriente.

6 commenti:

  1. Ma che meditazione meravigliosa!
    Ti mando un grande bacio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ne sono felice :) non mancheranno le meditazioni, ogni tanto ne posterò una :) Un abbraccio,Chandy

      Elimina
  2. ed io sono passata, curiosa, da te. Accetto il chai tea, lo assaporo volentieri mentre sfoglio le strade che hai percorso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta!Ne prendo uno anch'io adesso, va :D a prestissimo

      Elimina
  3. curiosa, son passata da te. Ed accetto - volentieri!- il chai tea che sorseggio mentre sfoglio le pagine della tua storia.
    Namaste

    RispondiElimina

☾ Tat Tvam Asi ♥