venerdì 30 agosto 2013

Un pò di cosine bla bla bla

Adoro quel genio di Hayao Miyazaki,ricordo quanto abbia divertito me e Vincent guardare insieme le sue opere,tra cui Ponyo sulla Scogliera.
Oggi per caso mi sono imbattuta nell'axolotl messicano ( a quanto pare in questi giorni sono connessa con quei luoghi lì) che tanto mi ricorda Ponyo



ponyo21.jpg

Cosa ne pensate,somigliano?
Li trovo adorabili!
Non vi dico lo stupore quando ho fatto la scoperta.
Come ha scritto mio zio sotto le stesse foto che ho postato su facebook la realtà supera la fantasia.
Tornando alla vita reale,stamattina ho acquistato nuovi filati per dare libero sfogo alla creatività,per svolgere la colorata meditazione degli Ojos de Dios.
Varcare la soglia della piccola merceria e immergersi in quell'atmosfera d'altri tempi...è magia pura.
I gomitoli sono animati,vibrano di possibilità,anelano a mani amiche alle quali abbandonarsi oppure da guidare...
E' stato un vero e proprio bagno di colore.
Tutta quella confusione ha un senso,contiene già i disegni e le trame che (quei gomitoli) saranno.
Già pregusto la serata,i momenti di calma e introspezione. e immagino che Sunny la pelosetta ogni tanto cercherà di attirare la mia attenzione facendo la pagliaccetta. E mi strapperà una risata.
Saremo sole perchè lui in questi giorni è impegnato con le prove...
Dopo 7 anni il suo gruppo storico,i K.E, si è riunito per un concertino!
Per me sarà anche la prima volta in cui lo vedrò suonare in pubblico.
Ecco la locandina dell'evento.

Se siete da queste parte...fate un trillo,magari scappa un saluto!
Come quasi ogni anno in questo periodo ci ritroviamo alle prese con il solito interrogativo : ci trasferiamo?Espatriamo o rimaniamo in Italia?
Qui,in questa Lansquenet tutta salentina,le possibilità sono poche ( ma anche nei dintorni...)
Non solo di fare ciò che ci piace ma ormai anche di fare qualsiasi cosa,lavorativamente parlando.
E di crescere come persone anche.
E prima di trovarci con l'acqua alla gola pensiamo che ci farebbe bene dare una sterzata energica alle nostre vite,che qui le cose accadono lentamente e il Salento non è più lo stesso e non è neanche quello che i turisti vivono o (purtroppo) pensano di conoscere.
La natura sta scomparendo sotto il cemento,gli ulivi vengono tagliati per costruire nuove inutili strade,le spiagge hanno perso il loro fascino così come le scogliere solitarie...non più solitarie.
Persino Porto Selvaggio non è più selvaggio...
Tutto cambia.
E così valutiamo,riflettiamo.
Sarà il caso di ristrutturare la Casa costruita sopra un Cavolo?
Il sogno aveva ragione...ci sono dei dispetti da parte dei futuri vicini,che rivangano storie di quando noi non eravamo neanche nati...qui a Lansquenet è così.
E' un momento di cernita quindi.

Tornando agli Ojos de Dios, i coloratissimi mandala sudamericani,continuando a sperimentare, ieri ho creato una collanina che potete intravedere nella foto sotto.Ed ho un progettino in mente!
Purtroppo la mia adorata e inseparabile fotocamera si è rotta quindi mi devo accontentare della webcam ed essendo una specie di vampiro che di sera ama muoversi nella penombra (risparmio energetico e atmosfera!) la foto è anche un pò scura :P  (Ho modificato la foto, schiarendola, adesso si vede meglio!)
A proposito...ma quando una fotocamera che non è più in garanzia si rompe,se ne deve per forza acquistare una nuova?Non esiste un'aggiustapparecchitecnologicirotti?




Ripenso ad un articolo che avevo letto molto tempo fa su Terra Nuova,programmati per rompersi,potete leggerne uno simile qui
Parla degli elettrodomestici programmati per rompersi dopo due anni,data che coincide solitamente con la scadenza della garanzia.
Infatti la mia fotocamera è morta proprio dopo due anni dall'acquisto e la garanzia è scaduta da poco!
Questo mi fa pensare!









6 commenti:

  1. Cara Chandana,
    torno a scriverti. La spezia come vedi è cambiata, il contenuto no. :)
    Grazie ai tuoi ricchi e bellissimi post, oggi mi darò alla meditazione e mi sa che andrò anche a scavare nella cesta dei gomitoli colorati di mia madre...

    I tuoi pensieri sono anche i miei in questi giorni. Aspetto il traguardo della laurea per decidere se restare in Italia o scappare all'estero, ed è soprattutto questa seconda opzione che io e lei stiamo valutando. Mi si stringe il cuore a leggere del Salento, e con lo stesso occhio guardo la mia Napoli. Il nostro Sud, purtroppo, ci costringe a fare le valigie, con la tristezza nel cuore per tutta la bellezza viscerale che resterà lontana...

    In bocca al lupo per stasera al tuo compagno e buon divertimento a te! :)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo nostro Sud così amato eppure così aggrovigliato su se stesso ci obbliga a fare le valigie si...
      Anche se vivere in nuovi posti è affascinante ed arricchente.
      E' tutto il percorso "trasloco" che vorrei saltare, ma così è fin troppo comodo.Ancora non abbiamo deciso nulla ma stiamo valutando bene,prendiamo informazioni,spulcio annunci di lavori e case in affitto,sto in questo limbo.
      Mi dicono che in due sia più semplice,non si è soli alle prese con nuovi luoghi e ci si fa forza a vicenda e noi siamo fortunate,no?Abbiamo una persona che ci ama e su cui contare.Penso che ovunque decidiate di andare starete bene,che c'è il vostro amore a proteggervi e custodirvi.
      Sono contenta che ti piaccia questo mio angolino nel web dove sei sempre la benvenuta.Ogni volta che vorrai venire qui, sappi che c'è un'amica ad accoglierti.
      Buon tuffo tra i colori dei gomitoli allora.E un abbraccio.

      Elimina
  2. Ciao Tesoro,
    be, la cosa degli elettrodomestici che si rompono poco dopo la scadenza della garanzia è assolutamente vera e a pensarci bene è un'indecenza che una cosa del genere possa succedere. Ma riflette i tempi che viviamo: tutto è solo e soltanto consumo, consumo e consumo. Come farebbero a sopravvivere le aziende di elettrodomestici se il tuo frullatore, la tua lavatrice o il tuo TV campano fino a vent'anni? Mia nonna usava una lavatrice che aveva 25 anni perché una volta le cose, e sembra una banalità ma a volte le cose ovvie sono assolutamente vere, LE FACEVANO MEGLIO.
    Ma quanto bella sei???
    Il mio consiglio? Andatevene dall'Italia, se ne avete la possibilità e l'occasione. Molti miei amici e conoscenti l'hanno fatto e, nonostante i primi momenti di difficoltà, non si sono affatto pentiti.
    Un bacione e un abbraccione
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Francesca,te l'ho già detto che ti sono particolarmente vicina in questi giorni, vero?Non che possa fare nulla,ma secondo me la vicinanza arriva ai cuori.Si sente in qualche modo.
      E' vero,mia nonna ha ancora la stessa lavastoviglie e cucina di quando ero piccola.Funziona ancora e benissimo.
      Ha ancora gli stessi mobili robusti,mentre noi abbiamo già dovuto cambiare divano che si è aperto in due.Mi sa che non solo gli elettrodomestici costruiscono (appositamente) male!E poi la storia della spazzatura in giro per gli oceani,per il mondo e addirittura per l'Universo m'inquieta!Vabè...
      Per quanto riguarda l'estero mi domando soltanto dove...lui vorrebbe andare in Spagna ma ci dicono che anche lì la crisi sia forte.Agganci non ne abbiamo quindi dobbiamo vagliare bene,non mi va di partire e tornare con la coda tra le gambe come è già successo altre volte in cui mi sono spostata e poi son dovuta tornare perchè non ho trovato assolutamente nulla( forse perchè in Italia).Abbracci e baci tesoro.

      Elimina
  3. Le tue parole sui gomitoli mi hanno fatto molto sorridere: sono così incuriosita dai mille modi per creare qualcosa di unico con il filo colorato, e dalle mani di chi sa come farlo senza indugi. Il"mio"negozio di filati appartiene ad una vecchia signora che secondo me si fa delle grosse risate nel vedere me, una novellina, in cerca di fili e uncinetti! Per il resto della tua riflessione, che dire: ad ogni passo che mi separa "dal dopo" sono sempre più spaventata: finire di studiare dovrebbe essere un cominciare a vivere ma non ho la minima fiducia nel nostro sistema....un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me invece alla signora farai sicuramente tenerezza.Una novellina è un potenziale di creatività in via d'esplosione :)Quella paura la provo anch'io,unita alla mancanza di fiducia nel sistema, ma sono certa che in qualche modo ce la caveremo :) Ieri mi era venuto un attacco di fifarella e sono uscita con a scusa di andare al Lidl (per il lassi!).I brutti pensieri sono scivolati via e lungo la strada ho visto e assaporato un meraviglioso tramonto con un sole gigantesco :)Un abbraccio ♥

      Elimina

☾ Tat Tvam Asi ♥