venerdì 27 settembre 2013

In questi giorni

In questi giorni di raccoglimento mi sono lasciata irretire dalla lettura.
Ho terminato Cuccette per signora (di Anita Nair,traduzione di Francesca Diano.Come fa notare lei nel suo blog i libri non si traducono da soli quindi ho iniziato da un pò a citare anche i traduttori).
Negli ultimi tempi in particolare mi sono appassionata a questo libro ed ho amato le sue donne (Akhila,Marikolanthu,Margaret Shanti... e le altre) le loro storie,le sfumature di queste storie.
E adesso la loro fragranza mi accompagna,anche se ho intrapreso una nuova lettura.
Questo pomeriggio,in camera, con il naso tra le pagine mi sono imbattuta in queste parole

"Ed è un inferno lasciare l'India da piccoli:un attimo prima c'è il sole,la libertà,i cieli azzurri e un sacco di gente che ti corre dietro in adorazione e un attimo dopo...bè con me non ne ha parlato un granchè ,ma di solito ci si ritrova in una scuola gelida a rompere il ghiaccio nel lavandino"
"E' come essere cacciati a pedate dal paradiso" disse Rose
"Si,però l'India non è il paradiso.Può essere terribile per tanti versi"
"Qualche esempio,grazie,ma niente di raccapricciante"
"Bè,il caldo tanto per dirne uno.Non c'è niente di simile in Inghilterra.A volte è come essere presi a bastonate sul capo,e poi le mosche,una povertà spaventosa ,ma se impari ad amare l'India,così come è capitato a me,allora ti entra dentro,ti penetra nell'anima.Vedrai"

Matrimonio a Bombay di Julia Gregson traduzione di Barbara Bandini in lettura

(E mi è bastato un minuscolo assaggio di questa terra che è una calamita per rimanerne stregata)
Intanto oggi è venuto il suoceroaggiustatutto e vedendo il mandala nuovo che sto intessendo ha detto che è bello,che gli piace.
E poi ho inoltrato il primo ordine all'azienda con la quale collaboro,Fantastika (se vi piacciono i cosmetici eco-bio date un'occhiata al mio blog cliccando qui ).
Quando il suoceroaggiustatutto stava uscendo di casa ha chiesto a Sunny se volesse andare con lui e la signorina si è infilata in macchina e si è accomodata.
E sono andati a fare un giro!
Brava Sunny,focolare della nostra casa, ma anche giullare della nostra corte fatata.






9 commenti:

  1. Ciao Chandana, sempre bello leggerti da qua. Sai che ho fatto la mia tesi di master su quel romanzo, be', non solo su quello, ma faceva parte di un capitolo. Anche a me è piaciuto tanto. Di Anita Nair dovresti leggere anche "A better man", il suo primo romanzo (non so qual è il titolo italiano) con un'ambientazione super-keralite.
    Brava che citi il nome del traduttore, se cominciassero a farlo tutti i blogger, e non solo :-)
    E una carezza alla mitica Sunny!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quasi quasi stasera (pensiamo di andare a Lecce) provo a cercarlo in libreria, a dare una sbirciata tra le pagine,sentirne l'odore.Chissà com'è interessante la tua tesi.I tuoi post mi piacciono tanto,quando uno mi colpisce in particolare lo faccio leggere pure a Vì.Sai che Sunny sono due,tre pomeriggi che "sparisce" in giardino così l'ho spiata (è strano visto che ci sta sempre appiccicata).Aveva gli occhi di sonno,si stende al sole e dorme, in posizione strategica,sulla scala che dal giardino va in terrazza.Che tipetta! :*

      Elimina
    2. L'unico libro nella Nair che ho trovato a Lecce ieri sera è proprio Cuccette per Signora.Ma su internet dovrei trovarlo altrimenti proverò a cimentarmi con l'inglese :)

      Elimina
  2. Ah. Bella la foto del banyan tree come intestazione del blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quei banyan mi sono rimasti negli occhi...come tutto quel verde.

      Elimina
  3. Ciao, ho scoperto il tuo incantevole blog tramite Daniela, del Coltello di Banjas.
    Sono stata in India nel 2007 al seguito di un'associazione umanitaria. Un viaggio unico e straordinario che mi ha fatto capire davvero molte cose, sulla vita, sul modo di affrontarla e sopratutto, mi ha fatto scoprire un lato molto umano di me che non credevo di avere così forte e che ha cambiato totalmente il mio modo di vivere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rose Mel,conosco il tuo blog, che ho visitato un pò di tempo fa e che mi piace molto.Adoro le tue foto.Mi piacerebbe, prima o poi,fare un'esperienza con un'associazione umanitaria.Vedremo.In India ci sono stata un mese,in giro nel Sud.Troppo poco per conoscere un paese così complesso ma il giusto per permettermi di amarlo con tutte le sue contraddizioni.Torna presto allora a trovarmi allora.

      Elimina
  4. Mi attira ilromanzo "Cuccette per signore". Lo proporrò al Gruppo di Lettura di cui faccio parte. E' un gruppo reale,non virtuale, e siamo sempre alla ricerca di nuove cose da leggere.
    Un bacio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse sono matta,ma stasera passeggiando per Gallipoli pensavo ad Akhila, una delle donne del libro.Non posso che stra-consigliartelo!Smack

      Elimina

☾ Tat Tvam Asi ♥