martedì 8 ottobre 2013

Tirando le somme

Mi piace l'autunno,questi pomeriggi vissuti in casa a creare mentre la pioggia batte forte sulle strade e sono al riparo.
Azioni prima date per scontate, come stare sul divano con un plaid sulle gambe a intessere mandala oppure guardare un film,per altri sono lussi che non possono concedersi.
E così ringrazio e invio intenti di protezione.
Questa nuova Via,degli Ojos de Dios e dei mandala,sebbene da poco intrapresa,mi regala tante gioie.
Ed è stimolante sapere che ho ancora tante forme da sperimentare,che ci sono una miriade di colori da accostare.
Le mie creazioni stanno trovando casa, man mano.
Ho regalato un Ojos de Dios a mio padre,per San Francesco e gli è piaciuto moltissimo.
E poi ci sono questi



Sono delle bacchette magiche/segnalibro.
(Shantaram è un libro che mi ha accompagnata per una parte dell'estate,India segreta è stato acquistato a Tiruvannamalai,nell'ashram di Ramana Maharshi.C'era una sezione di libri in varie lingue e ne abbiamo approfittato perchè costavano pochissimo!
Lo sto leggendo adesso)
Penso ai nuovi negozietti di filati da scovare,a quelli che magari potrò acquistare durante i prossimi viaggi.
In Serbia non so se avrò tempo perchè saremo molto impegnati con il progetto di scambio.
Man mano che questa data si avvicina sale l'adrenalina...
Spero di essere all'altezza del compito,di comunicare bene in inglese.
Quest'anno ne accadono di ogni.
E' il mio anno.
Ho frequentato un corso con l'idea di realizzare un progetto che poi ho deciso di rimandare per qualche tempo ancora.Ma ho conosciuto delle bellissime donne,ho trovato delle nuove amiche e mi sono messa in gioco ancora una volta,in modi diversi.
Alla fine del corso,insieme a due colleghe/amiche,ho/abbiamo presentato un progetto che ha entusiasmato la commissione e nel quale univamo le nostre passioni e competenze.
Poi è arrivata finalmente l'India,un Sogno realizzato ( so di avere una casa lì adesso) che ha lasciato una scia luminosa che cavalco ancora oggi.
Dopo l'India non posso dire di non essere stata più la stessa...al contrario mi sono avvicinata sempre di più alla mia vera natura.
Lo capisco da quella sensazione di freschezza e leggerezza che mi pervade in alcuni momenti,lo capisco guardando la serenità nella mia vita e anche guardandomi intorno:sono circondata da belle persone,non posso negarlo.
E' strano ma le persone realmente negative e distruttrici si sono allontanate da sole,non ho dovuto fare alcuno sforzo.
Al ritorno ho seguito due corsi di massaggio e questo mi ha permesso di lavorare ulteriormente su me stessa,sul corpo, e su me stessa in relazione all'altro.
Ho partecipato al un bellissimo gruppo in Umbria guidato da due amici/maestri di vita meravigliosi e conosciuto persone belle davvero.E' stato impegnativo ma speciale.
E al ritorno dal gruppo,come al ritorno dall'India,ho focalizzato meglio alcuni aspetti di me stessa e i loro riflessi nel mio mondo.
Si può "lavorare" su se stessi anche senza viaggiare,anche stando nello stesso posto, ma quello per i viaggi è un amore nel cuore sin da bambina e che spero di poter coltivare ancora a lungo e soprattutto in lungo e in largo.
Il viaggio come scoperta,come confronto costante  e accellerato con me stessa,con i luoghi,con le persone,con le situazioni che vengono a presentarsi ma anche con lui,il mio amore.
E tirando le somme di quest'anno che non è ancora finito...come dicevo,è esplosa questa Via degli Ojos de Dios e mi si è aperto un mondo,ho scoperto delle grandi artiste che li creano,alcune delle quali sono anche delle viaggiatrici.
Ho ricordato di averli già visti da bambina,con mio padre che mi mostrava sui libri i bambini di tutto il mondo,che mi faceva conoscere le altre culture.
Infatti oggi,dopo aver ricevuto il suo occhio mi ha scritto di quanto ami quella parte dell'America Latina.
Pezzi di un puzzle che si compongono,man mano.
Cosa mi aspetta ancora posso solo intravederlo nel futuro imminente:un viaggio,nuove creature colorate da tessere e da spargere in giro per il mondo  e poi,chissà! :)
Prima di chiudere questo post,voglio ringraziare mio fratello Matteo,sempre generoso,che ha ideato un logo per la mia pagina facebook


e mi ha fatto scoprire il suo bellissimo blog fotografico che potete vedere qui
Namaste!






8 commenti:

  1. Be, cara Chandanina, direi che quest'anno è stato davvero speciale per te fin'ora... e ancora altre cose succederanno, bellissime e sorprendenti, perchè quando si intraprende un cammino di crescita come quello che hai intrapreso, poi le cose belle accadono, le attiri. Come dici bene tu, le cose o le persone negative se ne vanno senza sforzi, quelle belle invece arrivano, nello stesso modo, senza sforzi.
    Ti abbraccio forte forte
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Francesca,è proprio così ed è questo che voglio raccontare nel blog,di come la mia vita stia cambiando,di come si possa essere felici nonostante le circostanze,dei Doni che arrivano se il cuore è aperto...e di piccole cose.Un abbraccio anima bella

      Elimina
  2. ...ho visto nella foto "India segreta" che è un libro che mi consigliò anni fa la mia insegnante di yoga ma che non ho mai letto. Com'è, interessante?
    E' proprio vero che quando entri in sintonia con il tuo io più profondo, le negatività si allontanano da sole...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo di dover entrare ancora nel cuore del libro,è troppo presto per esprimermi.Il linguaggio è un pò antiquato (ma è normale perchè è ambientato nel1930) e questo mi scoccia un pochino ma voglio andare oltre.Anche il mio amico/maestro,dopo averglielo mostrato ha detto che è proprio un bel libro :)

      Elimina
  3. L'India è una sorta di battesimo, benedizione (be', non per tutti, lo ammetto) ma non in senso religioso. Intendo nel senso più spirituale e essenziale del termine: l'essenza di ciò che siamo. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si si.E tu lo sai meglio di me.E' proprio vero:"Incredibile India".Ti abbraccio e una carezza a Bombay/Mumbay

      Elimina
  4. Io la penso esattamente come Clara riguardo all'India. E' questo ciò che intendo quando parlo dell'India. [Ciao Clara! <3 ]

    Mi piacciono molto le cose che stai creando, il tuo tempo del FARE. Bravissima, Chandana! =) Continua così, con tutto l'entusiasmo di cui sei capace.

    Mi ci ritrovo perfettamente in questo pensiero:
    Si può "lavorare" su se stessi anche senza viaggiare,anche stando nello stesso posto, ma quello per i viaggi è un amore nel cuore sin da bambina e che spero di poter coltivare ancora a lungo e soprattutto in lungo e in largo.
    Si può viaggiare moltissimo quando si ha una mente aperta, pur stando fermi. Salgari, docet =)
    un abbraccio, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lena :) :* Proprio stasera ho parlato con un ragazzo che ha girato mezzo mondo e dove sta tornando?In India! :D Come dice Clara,è una malia.Ci sentiamo presto,anche domani :)

      Elimina

☾ Tat Tvam Asi ♥