lunedì 9 dicembre 2013

Dal medico ayurvedico

La visita dal medico ayurvedico si è svolta così...

Prima di tutto non c'era il medico,ma i medici.Un uomo e una donna di Bangalore,ma che lavorano in una clinica ayurvedica a New Delhi.O meglio,la dirigono.
Appena entrata in "ambulatorio" (che in questo caso era la saletta intima e accogliente dell'arboristeria che ha organizzato l'iniziativa) oltre a loro,di fronte, era seduto un altro uomo (italiano).
Ho saputo dopo che si tratta di un medico omeopata che sta completando gli studi in ayurveda.
D'istinto,così come faccio quando vado da mio dottore occidentale,mi sono seduta di fronte ai medici ayurvedici.
Invece il medico indiano mi ha invitata accanto a lui Vieni qui.
Mi ha chiesto nome ed età e di appoggiare il polso sinistro su un cuscinetto.
Così mi ha "letto" il polso.
Questa lettura si chiama Nadi Vygian.
Nel frattempo è arrivato un altro uomo (italiano) che ha fatto anche da traduttore,arricchendo con dei consigli,visto che anche lui è un esperto di ayurveda.
Devo dire che nonostante fossi tra 4 persone mi sono sentita a mio agio,accolta,sostenuta e ascoltata.
Dopo anche la donna mi ha fatto la lettura del polso.
Con gli occhi chiusi,stava lì a sentire.
Io la guardavo incantata,avvolta nel suo sari,il braccio adornato con braccialetti d'oro.
Alla fine si sono consultati e poi è partita la raffica di domande.
Quelle che ricordo erano:
  • Hai subito delle variazioni di peso?
  • Ti senti appesantita dopo i pasti? 
  • Hai problemi di digestione?
  • Ti senti spesso stanca? 
  • Soffri di mal di testa?
  • Qualcuno nella tua famiglia ha avuto problemi di tiroide?
  • Com'è la tua evacuazione?
  • Durante le mestruazioni soffri di mal di testa?
  • Soffri di mal di schiena?
  • Soffri di palpitazioni?

Il traduttore/esperto di ayurveda mi spiegava meglio e annotava "la ricetta",l'omeopata interveniva di tanto in tanto garbatamente, dando delucidazioni.
Ogni individuo,secondo l'Ayurveda,è composto da energie (dosha) che regolano le sue funzioni fisiologiche: 
  • Vata ( collegato all'elemento Aria)
  • Pitta (elemento Fuoco)
  • Kapha (elemento Acqua)
Io sono Kapha,per questo motivo dovrò seguire una depurazione di tre mesi adatta a me e al mio dosha.
In questi giorni cercherò di reperire tutto il necessario.
Intanto ho acquistato il ghee,il burro chiarificato (già provato!),ma le prossime volte lo faremo in casa.
Avevo visto i barattolini di ghee in India,in tutti i supermercati (come non notarli?).Mi dicevano che emana una gran puzza...
Invece ho trovato il suo profumo delizioso...( ma si sa...sono una tipa strana!)
 Ho iniziato già a gustarlo sul pane ( mi hanno suggerito anche di prenderlo così).
A Vì invece non piace sul pane,ma lo preferisce cucinato nelle varie pietanze.
Quello che mi ha colpito della"ricetta" (è un modulo prestampato da completare a seconda delle persone) è la voce altri consigli:meditazione trascendentale,asanas,pranajama.
Quale medico qui in Italia suggerirebbe la meditazione,o di fare esercizi di respirazione?
Vi faccio vedere


Naturalmente è personale,quindi non seguite questi consigli!E' giusto per farvi vedere.
I medici torneranno tra sei mesi,quindi ho tutto il tempo per organizzarmi e depurarmi.
Mi hanno consigliato anche degli integratori.
Vi farò sapere come procede la disintossicazione!
Chi di voi è mai andato dal medico ayurvedico?




10 commenti:

  1. Mi appresto a diventare un medico "tradizionale" (per così dire) e abituata alle "nostre" ricette, cartelle cliniche, visite....direi che c'è davvero molta differenza. Mi piacerebbe capire se e dove è possibile un punto d'incontro fra queste discipline, dov'è che scienza e...evidenza (perché l'omeopatia non sappiamo "perché funziona", ma è così) possono incontrarsi. Sarebbe molto interessante.
    Grazie per questo post :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dirti,mai stata dall'omeopata,non ne so molto, anche se son incappata in qualche blog in cui si parla molto bene di omeopatia.Come dici tu, sarebbe molto interessante un punto d'incontro tra queste discipline ad è molto importante la testimonianza di Sonia al riguardo :) Proprio qualche giorno fa ho riScoperto che questo medico italiano http://www.macrolibrarsi.it/autori/_azima_rosciano.php
      (che ho conosciuto in India,amico di amici ) conosce anche l'Ayurveda.In India mi sono stupita scoprendo che molti italiani vanno a curarsi lì.Sono certa che tu sei un ottimo medico occidentale :) Ti abbraccio :*

      Elimina
  2. La visita è sempre interessante. Ne feci una in India tempo fa e rimasi sconvolta dal fatto che, dal solo polso, il medico sapesse praticamente tutto di me. Io mi curo sempre con questa medicina. A volte non trovo gli ingredienti e così il mio medico di base italiano, esperto anche lui del settore, mi prescrive delle cure con prodotti che vengono fatti in India ma commercializzati in Italia dalla Maharishi Ayurveda.
    Il ghee sicuramente è simpatico e fa bene ma.....vacci piano....è sempre burro!!
    Ti sei mai chiesta perchè tante donne indiane siano felici ma....rotondette?
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sonia,quante informazioni,grazie!Io mi sono stupita perchè le domande erano"mirate",come delle richieste di conferma su ciò che aveva sentito.Ha azzeccato proprio i miei problemi.I prodotti sono proprio quelli della Maharishi Ayurveda :) Hai ragione sul ghee,infatti mi sono informata proprio in questi giorni ed è meglio non abusarne.Avere un medico di base che s'intende di ayurveda è davvero il massimo!Quindi direi che rispondi anche alla domanda (legittima) di Nata Di Marzo. :)

      Elimina
  3. :) e si, il mio Doc è mitico. Il bello è che pone me davanti alla scelta: chimico o ayurvedico? E pensa che per andare da lui ho più di un'ora di strada. Comodo....;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mitico si!Certo che te ne fai di strada, è come se io andassi a Brindisi (che mi sembra lontanissimo) ogni volta.Ma per un dottore così farei un "sacrificio" :-)

      Elimina
  4. No, mai stata da un medico di questo tipo. Sarebbe bello se, senza tanta puzza sotto il naso, i nostri medici cominciassero a guardare le medicine orientali con un altro spiritro, con un diverso atteggiamento.
    Solo una volta ho incontrato una dottoressa che univa medicina occidentale e conoscenze orientali e i risultati erano eccezionali!!!
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si,sarebbe bello Francesca :) Anzi,è bello per chi lo fa e per chi ha la fortuna di andare da questo genere di medici,che al momento sembrano rari.Sono certa che ci siano anche bravi medici occidentali,però.Un abbraccio a te :)

      Elimina
  5. io ci sono andata in India e poi, qualche anno fa a Roma. ma la "visita" romana non mi era piaciuta per niente, mi aveva dato l'impressione che fosse stata fatta apposta per farmi comprare i costosissimi prodotti dell'erboristeria… anche io adoro il ghee: non puzza per niente! anche a me piacerebbe trovare un buon medico ayurvedico da cui farmi seguire: chissà, un giorno… al momento giusto… ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Sicuramente la visita è stata organizzata anche per quello :) Però la ragazza dell'erboristeria è stata molto carina e gentile,mi ha detto che l'importante è seguire i consigli alimentari (per fortuna).Gli integratori non so se li prenderò.Sicuramente in India sarà stato diverso :) Un abbraccio carissima :*

      Elimina

☾ Tat Tvam Asi ♥