lunedì 23 dicembre 2013

Vita (stra)ordinaria

Eccomi qui,sono riuscita a dedicare del tempo anche al mio blog.
Mi sono ritrovata a vivere di più e tengo troppo a questo blog per dedicargli del tempo velocemente,merita (meritate) attenzione e cura.
Saranno i rimedi ayurvedici che ho iniziato a seguire,sarà lo yoga,l'amore di Vì...ma proprio non riesco ad essere musona.
Non posso negare che ogni tanto ci siano dei momenti di amarezza,ma passano subito.
Non sono poi tanto diversa gli altri,i motivi di cruccio sono universali: i soldi che non bastano a realizzare i sogni (ma che fortunatamente bastano per mangiare,vivere,permettersi un regalino ogni tanto),pensare agli studi fatti e chiedersi come mai qui sia tanto difficile fare il counsellor...ma poi sorridere perchè in fondo sto utilizzando le competenze acquisite,anche se non nel modo in cui pensavo.
Mettere qualche risparmio da parte per tornare in India e poi ogni volta dover riaprire il barattolo perchè c'è la spesa da fare,la benzina da mettere...
Ormai perfino i miei sogni notturni sono ambientati lì.
Tuttavia qualcosa è cambiato in me,visto che per cause di forza maggiore,al momento devo stare qui...che accada nel miglior modo possibile mi sono detta.
E spesso e volentieri mi ritrovo a sorridere per questa vita salentina niente male.Nonostante i miei sogni..
Cos'ho fatto ultimamente?
Ho letto un libro che mi è piaciuto moltissimo,ambientato in Kerala.
Si chiama Una casa di petali rossi.
Tuttavia,non me la sento di consigliarvelo perchè con i libri è tutto soggettivo e ogni volume deve arrivare al tempo giusto, alla persona giusta.
Leggere dalla natura lussureggiante del Kerala,mi ha riportato ad alcuni momenti speciali immersa nella natura di Goa.Vivere nella giungla è qualcosa che mi ha sconvolta e me ne rendo conto soltanto adesso.
La natura mi si è attaccata addosso,da tutte le parti,i suoi sussurri hanno ammaliato le mie orecchie e tutto quel verde, attraversando gli occhi, è entrato nell'anima,come una cascata.
Essermi svegliata e addormentata con la voce poderosa del mare...è un qualcosa che,a distanza di mesi,mi emoziona ancora.
Non sono riuscita ancora a scrivere la continuazione del mio viaggio perchè una parte di me si è fermata lì,come il libro che non ho mai finito di leggere.
Ma ho iniziato questo post per raccontarvi della mia vita salentina,quindi parliamo :)
Ho tessuto mandala e fatto un albero di Natale speciale...che vi mostrerò poi in foto.
E mi è stata fatta una proposta speciale riguardo ad essi...
I miei regali del Soltizio/Natale sono arrivati con netto anticipo.
Vi mi ha regalato la visita dal medico ayurvedico di cui vi ho parlato qui e aprendo la cassetta delle lettere,in questi giorni,sono stata inondata d'amore:la lunga lettera di  un'amica lontana,il biglietto/lettera d'auguri da un'altra amica d'infanzia (mia "cugina" come diciamo da quand'eravamo piccole) e il pacchettino da parte di Lena che veramente posso considerare una sorella per l'intesa che si è creata tra noi.


Sono tornata al cerchio,dopo tanto tempo.Non dimentico dove ho iniziato ( se un inizio vero e proprio c'è stato) ed avevo voglia di salutare tutti e fare una meditazione insieme.
Però,senza scendere nei dettagli,ho sentito che quel posto ormai non mi appartiene più.
Con gratitudine e dispiacere insieme per un ciclo che si chiude definitivamente,lo lascio andare.
Forse mi ci sono aggrappata per troppo tempo...
Di contro,io e Vì siamo tornati,dopo mesi,dalla nostra straordinaria maestra di Hatha Yoga che ci ha sorpresi accogliendoci con un caldo abbraccio e tanto entusiasmo.
E durante la lezione ci ha fatto un "regalino"facendoci "chiudere" in Paschimottanasana
Il suo è stato un vero e proprio aiuto "fisico".Ci si è letteralmente "seduta"sulla schiena,chiedendoci a turno di dondolare.E qualcosa è accaduto.

Immagine da qui

Non dimenticherò mai quel momento...un blocco che ho portato con me per tutti questi anni si è dissolto i mille pezzi.Tutta quell'energia stagnante ha lasciato il posto ad energia pulita,che scorre.
Non avrei mai pensato che lo yoga mi sarebbe piaciuto così tanto!Forse posso iniziare a dire addio lombalgia?
Ci siamo iscritti per questo mese.Posso rinunciare ad un vestito,alle uscite serali,ma al benEssere proprio no!
Domenica mattina invece sono tornata alla comune per la lezione di Y.Integrale.
Questa volta ho varcato il cancello accompagnata da Vì.
Lui non aveva mai provato e così sono stata felice di fargli conoscere quella che è la mia maestra per un mese (anche se quello che mi lascia rimarrà per sempre).
Una donna da una luce speciale,che ho subito sentito vicina.
...Mi piace molto questo stile di yoga,purtroppo però non potrò continuare nei prossimi mesi.
Non posso seguire due corsi.(E anche potendolo fare,rischierei di creare confusione)
Delle volte per l'entusiasmo si vorrebbe fare tutto, ma poi arriva sempre il momento della scelta.
Negli ultimi tempi mi sono resa conto che,senza deciderlo con la ragione,sto lavorando sul terzo chakra,sull'io posso.
E così mi lascio essere.
Mi permetto di essere me stessa,di fare quello che mi piace,d'impegnarmi nel farlo.
Credo proprio che l'energia,ormai messa in moto, mi porterà a fare delle belle cose.E perchè poi dovrebbe essere il contrario? :)

Buone Feste a tutti,Luce,Amore e Serenità.
Chandana









10 commenti:

  1. "La natura mi si è attaccata addosso,da tutte le parti,i suoi sussurri hanno ammaliato le mie orecchie e tutto quel verde, attraversando gli occhi, è entrato nell'anima,come una cascata."
    Tu nella giungla in India, io nella foresta di betulle in Canada...stesse emozioni :D
    Ti auguro di cuore dei bei giorni di festa, e un anno nuovo ricchissimo di gioie! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La foresta di betulle dov'essere qualcosa di fatato.Il contatto con la natura,ovunque sia nel mondo (magari chi è fortunato anche sotto casa :P ) è sempre qualcosa di sconvolgente ed emozionante.Credo che immersi nella natura ci possiamo sentire in comunione con la nostra vera essenza.Un abbraccio tesoro e buonissime feste :)

      Elimina
  2. Tantissimi auguri anche a te, è sempre emozionante leggerti mia cara! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio cuoricino fa le capriole leggendo le tue parole ♥ grazie davvero ♥ Buone Feste ♥

      Elimina
  3. Si sente anche dai tuoi post che non sei mai "musona"! Rivelami come fai... ! Buon Natale!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetta fosse mi sono espressa male...mai è impossibile,anch'io sono triste,scocciata ogni tanto...quando arrivano questi momenti non le respingo nemmeno,li vivo e poi li lascio andare.L'importante è non crogiolarsi nel brodo...poi sicuramente quello che faccio,la meditazione,lo yoga adesso,mi dà un grande supporto :*

      Elimina
  4. Grazie di cuore per le tue parole per me ma soprattutto per questo intero post che mi dà conferma di tante nostre affinità.
    In tutti questi anni, i nostri destini pian piano si sono intrecciati e sono molto felice di questo.
    Un abbraccio, ci sentiamo nelle nostre conversazioni ;-)
    Lena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo molto vicine,non si può negare :) Piano piano impariamo a conoscerci e scoprire non solo cose in comune ma a sentire delle affinità d'anima.Un abbraccio :*

      Elimina
  5. che bello! mi emoziona sempre incontrare qualche barriera che cade grazie allo yoga, anche quando sono i miei allievi a parlarmene o io a viverlo o leggerlo. che cosa meravigliosa, incontrare tanti spunti per crescere sul proprio percorso, perderli e poi ritrovarli e avere la conferma che si è sulla strada giusta. che bella che sei, tu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questi giorni mi sono ritrovata a pensare alla parola yoga,al suo significato.Sento davvero questa "unione",lo yoga sta unendo la mia vita.E' dolce e forte al tempo stesso,penso che se non l'avessi incontrato mi sarebbe mancato un pezzettino importante.Chissà che bello praticarlo da anni come fai tu,ogni tanto ti penso :) Magari un giorno riuscirò a seguire una lezione condotta da te.Baci.

      Elimina

☾ Tat Tvam Asi ♥