giovedì 20 febbraio 2014

The China Study - Le Ricette –


 The China Study - Le Ricette –
Per un’alimentazione sana e naturale. Oltre 120 ricette integrali e vegetali.
Di Leanne Campbell

Il mio viaggio verso una dieta a base vegetale
Immagine da Macrolibrarsi

 
Se The China Study è stato considerato lo studio più completo sull’alimentazione mai condotto finora, analizzando la relazione tra cibo e malattie, T. C. S. - Le Ricette- è, senza dubbio, il volume che lo integra.
Si parla sempre più spesso, e studi lo dimostrano, dei danni causati, al nostro organismo, da un’alimentazione ricca di proteine animali. Al contrario, una dieta bilanciata a base di alimenti vegetali, fa bene al corpo e alla salute.
The China Study - Le Ricette- è un supporto sia per chi desideri modificare la propria alimentazione, diminuendo le portate a base di proteine animali durante i propri pasti, sia per chi si senta spinto verso una transizione alimentare.
Il volume contiene ben 120 ricette integrali e vegetali, un valido strumento per la preparazione di piatti semplici e bilanciati.
Si tratta di ricette vegane in cui grassi, zucchero e sale sono ridotti al minimo, o addirittura eliminati, a dimostrazione che è possibile assaporare un’ottima cucina, anche senza questi ingredienti, solo apparentemente essenziali.
Le ricette sono state sviluppate con l’intenzione di aiutare i lettori a preparare pasti veloci e nutrienti dopo una lunga giornata di lavoro.
Alcuni esempi di piatti:
 

*      Minestra aromatica di zucca

*      Tortino di porri

*      Hamburger di ceci e spinaci

*      Verdure africane

*      Pane alle noci e uvetta

*      Focaccia dolce ai mirtilli

*      Muffin al papavero e limone
 
Il ricettario insegna a nutrirsi in maniera sana, senza utilizzare integratori, assumendo dal cibo genuino, e possibilmente biologico, tutto ciò di cui il nostro organismo ha bisogno.
Invita al consumo di cibi naturali attraverso piatti poco elaborati, evitando i cibi raffinati.
L’autrice, condivide la sua esperienza personale, un vero e proprio viaggio verso una dieta a base vegetale, e ci guida alla varietà, alla rottura dei soliti schemi, che ci portano a cucinare “come ci hanno insegnato”, attraverso nuove combinazioni di pietanze.
Perché ci nutriamo in un determinato modo?
Prepariamo determinati piatti perché abbiamo ereditato queste conoscenze dai nostri genitori?
     * * *
Struttura del libro:
Indice
Prefazione
Introduzione
 Il mio viaggio verso una dieta a base vegetale
Allevare un bambino con una dieta a base vegetale
L’approccio dell’orto: come scegliere un’ampia varietà di alimenti di origine vegetale
 La raccolta dei prodotti dell’orto: come preparare piatti squisiti
-Programmare
-Preservare le sostanze nutritive: accurata preservazione e conservazione degli alimenti
-Aggiungere meno grassi, zuccheri e sale
 Come passare a una dieta a base vegetale
-Alimenti trattati e di origine animale
-Il grande cambiamento: sostituzioni per creare salutari ricette a base vegetale
Gli strumenti dello chef
           * * *
I piatti:
 

*      Pane e muffin

*      Per la colazione

*      Antipasti e insalate

*      Minestre

*      Panini imbottiti

*      Piatti principali

*      Contorni

*      Dessert
 
Appendice
-          Simboli nutrizionali
-          Indice analitico
-          L’autrice

Puoi trovare il libro su Macrolibrarsi

9 commenti:

  1. Risposte
    1. Sono sempre io, ogni tanto sbaglio e commento dall'altro blog :D
      Chandana

      Elimina
  2. Mooolto interessante.
    Cercherò questo libro. Sono sempre alla ricerca di nuove proposte alimentari, adesso più che mai!!!
    Un bacio e un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi la cucina è una metafora nella vita non si smette mai d'imparare, di conoscere :) Sono contenta che t'ispiri, un abbraccio :*

      Elimina
  3. noi abbiamo conosciuto questo studio l'anno scorso, abbiamo visto il documentario e ci siamo informati un po'. mi ero scordata del libro: mi hai fatto venir voglia di comprarlo! che bel progetto per farci rinsavire tutti, il tuo! mi attrae soprattutto il crescere bimbi con dieta vegetariana: io ai bimbi ogni tanto (anche se pochissimo) do carne e pesce: ho paura di creare degli emarginati che, un domani, possono sentirsi male perché a casa di un amichetto mangiano una bistecca che poi non digeriscono (succede, a chi non mangia carne, di non sviluppare più gli enzimi per smaltirla, figuriamoci a chi non l'ha mai mangiata…) sono esagerata? forse mi preoccupo troppo! il più piccolo è stato "fatto" da una mamma vegetariana ed è nato di 3,5kg; è stato allattato da una mamma vegetariana e pesa 10 kg, adesso, è un gigante! però, iniziando lo svezzamento, non me la sono sentita di continuare così! per ora gli sto dando carne una volta a settimana. tu cosa ne pensi? ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, che bello!
      Ho sempre pensato che, se avrò dei bambini, li crescerò seguendo una dieta vegetariana. Non avevo mai pensato però alla difficoltà nello smaltimento della carne. Sicuramente m'informerò. Un'amica di mia madre ha cresciuto il figlio con alimentazione vegetariana, lui da grande mangia la carne. E' il suo piatto preferito! Al contrario, io detestavo le verdure e adoravo la carne... adesso sono una vegetariana felice. Non si può mai dire nella vita :)
      L'importante è informarsi e mangiare con consapevolezza, privi di sensi di colpa. Non ha senso mangiare solo vegetali e poi desiderare una bistecca. Che senso ha forzarsi? La penso così.
      Se ti sei sentita di fare questo, va bene. Anzi ti ammiro. Se tutti coloro che sentono di mangiare carne, facessero così, sicuramente ci guadagnerebbero in salute e anche l'impatto ambientale sarebbe ampiamente ridotto. In fondo i nostri nonni la mangiavano una volta tantum, mentre adesso si esagera, abbiamo perso il senso della misura. Un abbraccio :*

      Elimina
  4. Interessante!!! Io sono metà vegetariana (no carne, una volta ogni tanto pesce) ma proprio in questi giorni mi stavo chiedendo se la mia dieta fosse bilanciata o meno! Poi mi piace MOLTO quel "piatti veloci"!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao pescetariana :) L'importante è integrare con quello che la Natura ci offre, anche per questo voglio saperne sempre di più-
      Ammetto che i piatti veloci hanno entusiasmato anche me :)
      Non amo trascorrere ore ai fornelli o mangiare pietanze troppo elaborate, quindi se posso mangiare come piace a me e per giunta sano, ben venga :)

      Elimina

☾ Tat Tvam Asi ♥