lunedì 9 giugno 2014

Viaggiando a Casa

Continuando a cavalcare il magico arcobaleno di colori nei giorni scorsi sono stata, insieme a V., all'Etsy Craft Party organizzato da By Nadia in collaborazione con altre associazioni. Che ragazza vulcanica! È bello avere amicizie così.
È stato emozionante prendere parte a un evento di CreAt(t)ività che si è svolto a livello mondiale, queste sono occasioni per rafforzare i rapporti e creare nuove collaborazioni, sono opportunità importanti alle quali vado senza aspettative, per tornare a casa poi sempre stanca ma leggera e felice.



Vedete le stoffe sulla sinistra, sopra la sedia? Sono servite a comporre una parte della Coperta dei Sogni








Le bancarelle delle mie amiche :-)





Mi è piaciuto partecipare anche all'aperitivo internazionale, sempre all'interno dell'evento, grazie alla presenza dei ragazzi di Youth in Action. Durante la pesca, un ragazzo polacco ha vinto un mio mandala :-) Chissà se lo ha apprezzato... quel momento però mi ha strappato un sorriso :-)

Come dicevo qualche post fa, un viaggiatore viaggia anche nel suo territorio, non si ferma mai.
E così, nello spazio tra un aereo (o un treno...) e l'altro, viaggio qui. In fondo viaggiare è fare le cose per la prima volta, guardare la propria vita con occhi diversi, conoscere gente sconosciuta, confrontarsi in ambienti nuovi, uscire fuori contesto per crescere, reinventarsi, vivere intensamente il momento. In viaggio non puoi non essere consapevole del momento, ne va anche della tua sopravvivenza.
Questo "viaggio salentino" ieri mi ha portata in un luogo semplice e speciale al tempo stesso, dove ho tenuto il primo cerchio di mandalere. Ho deciso di "partire" anche con un numero inferiore a quello stabilito, decidendo di sfuggire alla logica... meno male... altrimenti mi sarei privata di una bellissima esperienza. E se avessi trattenuto per me questa passione forse avrei privato altre donne di una gioia in più. È importante essere generosi nei confronti delle nostre passioni, della creatività e non trattenerla. L'abbraccio delle ragazze mi ha ripagata di tutte le amarezze dello scorso anno.





E così seguo il Flusso...
Dopo il laboratorio, nonostante un po' di stanchezza, avevo una gran voglia di uscire e così siamo andati nel paese vicino, per la festa patronale e per mangiare un calzone. Abbiamo incontrato gli espositori con cui abbiamo svolto gli altri mercatini, chiacchierato e rivisto una vecchia conoscenza, conosciuta durante un progetto di volontariato internazionale. È stato emozionante scoprire che era di fresco ritorno dalla sua prima India, dopo un lungo viaggio in solitaria a anche riscoprire alcuni dei posti che abbiamo visitato attraverso gli occhi e le parole di un'altra di persona. Lui e Vì hanno avuto inoltre modo di confrontarsi su delle esperienze interiori simili,  vissute durante il Grande Viaggio.
Insomma, continuiamo a seguire quel filo... che lo vogliamo o no :) (vogliamo, vogliamo!).

E voi, come avete viaggiato negli ultimi giorni?

12 commenti:

  1. Ma scherzi??? La condivisione delle proprie passioni è l'unico modo per metterle a frutto e per farne nutrimento della nostra felicità. Se si tengono le passioni per se non servono a niente e a nessuno!!! Non solo trattenere le passioni priva altri della gioia ma anche se stessi.
    Il filo sta diventando una fune, mi sembra!!!
    Un bacione grande
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, hai pienamente ragione. Tu pensa che per tanti anni ho "dovuto" trattenerle perché in famiglia mi volevano diversa, più "inquadrata" e come me tante altre persone si sono dovute reprimere o lo fanno ancora. E una volta che la mia creatività si è sbloccata sono arrivati altri "dissennatori" e continuano ad arrivare ma ormai non li ascolto più ;) Questo blog esiste anche per questo, per dire che se ce l'ho fatta io, ce la possono fare tutti.
      Sono scoppiata a ridere quando ho letto della fune, sembra anche abbastanza resistente :-) Baci.

      Elimina
  2. e stamattina, dopo tanta lettura, finalmente mi decido a commentare il tuo blog. La sua scoperta e la sua lettura mi hanno donato e mi donano grande entusiasmo e grande serenità. Grazie! Sono molto più grande di te, sicuramente hai l'età dei miei figli e questo mi fa sentire così vicina. Sorrido di gioia ai tuoi racconti sull'India; Silvia, mia figlia di 27 anni , c'è stata un anno e mezzo fa per tre mesi, da sola e ci tornerebbe....oggi pomeriggio. Seguivo da qua il suo viaggio, il suo quotidiano percorso, la sua crescita meravigliosa,fuori e dentro, il suo cambiamento: è stata anche per me un'esperienza arricchente e gratificante, anche a me ha aperto gli occhi su molte cose e non solo gli occhi...le orecchie, la mente e, soprattutto, il cuore. Anche lei fa l'artigiana e fa mercati, momenti di crescita e di condivisione enormi . Ed ho iniziato anche io a " produrre" cose per questo, ho capito, alla mia età, che la mia creatività doveva uscire. E soprattutto ho scoperto di possederne tanta.
    Grazie, meraviglioso raggio di luce. Emanuela
    PS la cosa più bella, comunque, è rendersi quotidianamente conto che le persone come te sono quelle che cambiano il mondo e che quindi il cambiamento avviene ed è reale, non è solo utopia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuela, che piacere leggere questo tuo messaggio! Mi piacerebbe viaggiare da sola in India come ha fatto tua figlia e ho deciso che lo farò, non so ancora se la prossima stagione o comunque quando sarà possibile. Se lei ha un blog mi piacerebbe tanto leggerlo. È bellissimo che il percorso di tua figlia stia trasformando anche te o forse ti sta solo riavvicinando a una parte profonda di te stessa...
      Oggi è una di quelle giornate dure, in cui ti chiedi se vale davvero al pena... i momenti di sconforto ogni tanto arrivano, inutile negarlo... (sarei un robot altrimenti) ma leggere queste tue parole mi ha dato nuova carica, riempiendomi di emozioni. Grazie di Cuore.

      Elimina
  3. come posso fare per scriverti una mail?
    Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :-) Puoi scrivermi qui premchandana@libero.it o qui in messaggio privato
      www.facebook.com/atitlanatitlan
      Come preferisci :-) Aspetto tue notizie allora, baci :-)

      Elimina
  4. ti sto pensando tanto ed ho parlato a Silvia di te. Lei non ha un blog ma ti manderò, se ti fa piacere,il suo indirizzo FB. Impegnatissima, in questi giorni, dalle 7 in laboratorio a lavorare. Domani sera inizia infatti un festa bellissima, dedicata alle musiche del sud e lei ha il suo banco. non vedo l'ora, adoro la musica e le musiche e poi adoro ballare! Non sai quanto amo il tuo Salento, un po' di anni fa ho fatto un incontro casuale e magico con persone di Melpignano, qua a Genova, una di quelle situazioni che, a volerle ripetere, non potrebbero MAI essere così.Un abbraccio Emanuela, che si sta sciogliendo dal caldo.... ma quanto lo amo e quanto amo il sole!PS. E sai com'è l'inizio di tutte le nostre giornate? Con il Gayatri mantra.......non è favoloso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuela, mi fa molto piacere entrare in contatto con Silvia. Se non vuoi scrivere pubblicamente il suo contatto puoi mandarlo in privato, proprio nel commento sopra ci sono i miei ;) Che meraviglia la festa di cui parli, suoneranno la pizzica per caso? Melpignano mi piace moltissimo, ha una sua magia ed è un paese molto attivo. L'ultima volta ci sono stata la scorsa estate perché c'era un incontro pubblico con Erri De Luca. Io sto lavorando in casa alle mie creazioni, sciogliendomi a mia volta e facendo ogni tanto capolino qui <3
      Un abbraccio e scrivetemi allora :-)

      Elimina
  5. Ma che esperienza meravigliosa!! Sul simbolismo del viaggio potremmo stare a parlare per ore, anche perchè la nostra stessa vita è un viaggio, così come ogni nostro singolo giorno. Tutti quelli che ci circondano sono nostri compagni di viaggio e sono convinta che tutte le nostre esperienze tessano un'immensa ragnatela che va a incrociarsi con quella costruita dalle esperienze degli altri. Siamo tutti un'unica rete!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te, questo stesso blog è incentrato sul viaggio e su quella mega ragnatela di cui parli che a me ricorda tanto un mandala enorme. Siamo un'unica entità. Un bacio.

      Elimina
  6. dolce Chandana, quella coperta… la coperta dei sogni, e le tue parole… Ah! che bella che sei! io ho viaggiato ne nostri progetti, nei miei sogni, nei ricordi del primo di anno di vita del mio piccolo, conclusosi sabato. anche io mi trovo spesso a condividere il mio yoga con poche persone, ma speciali. e ogni volta ne esco rinnovata e forte. ti capisco, forse anche per questo mi piace così tanto leggerti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che meraviglia la coperta, vero? Mi piace questo nostro sostenerci a vicenda, con delicatezza, ci seguiamo da tanto tempo e tu sei testimone delle mie trasformazioni... dal canto mio ti seguo sempre in punta di piedi e stimo la tua forza mista a dolcezza. Ti abbraccio cara amica.

      Elimina

☾ Tat Tvam Asi ♥