lunedì 21 luglio 2014

Di future partenze

Quest'estate porta nel cuore molti insegnamenti, i momenti che vivo sono preziosi e cerco di non sciuparli, di farne tesoro. La parola d'ordine è stare, in tutti i sensi, anche fisicamente visto che è sorto
un imprevisto e non possiamo più partire ad Assisi per partecipare al gruppo di crescita, rivedere i nostri amici, la nostra famiglia spirituale. Eppure, superata la delusione, mi rendo conto che qui, al momento, c'è tutto quello di cui ho bisogno per crescere. In questo piccolo paradiso di Sole e Mare vive la maggior parte delle persone alle quali voglio più bene al mondo, grazie alle quali il mio essere si nutre e si rinnova.
Ho dedicato, in particolare, l'ultima settimana alle mie amicizie, le ho nutrite, annaffiate, coltivate.
Ed ecco che una serata con due vecchie amiche si trasforma in un'alternanza di risate e allegria, che ci vede coinvolte tra confidenze e giochi. Dopo mesi ci ritroviamo nel nostro bar e, nei giorni seguenti, ritorniamo a sentirci giornalmente, come non accadeva da tempo, con la consapevolezza che la nostra amicizia sia forte e resista al tempo. Un mistero bellissimo.
 Mi sento fortunata, la presenza delle mie amicizie è fondamentale in questo momento di trasformazione, mi fa capire che sto andando nella direzione giusta. A volte i dubbi e le paure sembrano urlare e coprire la nostra voce interiore... ma chi ci vuole davvero bene ci aiuta a sentirla di nuovo, facendoci fermare qualche istante.

E la mia voce interiore mi guida in una direzione precisa, Varanasi.
Vi ho raccontato tante volte della scuoletta di Varanasi, fondata dalla sorella della mia amica J., ricordate? Adesso il progetto è diventato una onlus, la necessità di tutelarlo le ha portate a questa scelta. Questo progetto mi chiama, avverto qualcosa di forte e così a dicembre partirò con loro per vivere quella che probabilmente sarà l'esperienza più importante della mia vita.
E l'amicizia con J. riveste un ruolo fondamentale, è un'altra di quelle presenze che continuando a dirmi stai andando bene. Parliamo lo stesso linguaggio e sentiamo di donare il nostro amore in quel preciso punto geografico del mondo. È strano, con tutti i posti che ci sono, con tutte le situazioni difficili, il nostro anelito ci guida lì, una donna italiana e una donna argentina e tantissima altra gente :-)

Immagine dalla pagina facebook del progetto

In questi mesi mi preparerò per il progetto e cercherò di raccogliere i materiali necessari per quello che farò; insegnare agli intoccabili a tessere i mandala, continuando il lavoro iniziato da J. lo scorso anno. Ci serviranno lana (meglio se sintetica, ma accettiamo anche lana pura) e bastoncini di legno (quelli degli spiedini).
Il sito del progetto è questo e chiunque voglia contribuire anche in modo diverso non deve fare altro che contattare i miei amici.

Disegno dei bambini della scuola, immagine dalla pagina facebook del progetto


Non smetterò mai di credere che sia possibile creare un mondo diverso. Ognuno di noi può fare moltissimo!

Namaste.



4 commenti:

  1. mi colpisce l'ultima frase... vorrei avere la tua energia!! :D un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei mamma, stai facendo tanto per il mondo <3 Ti abbraccio :)))

      Elimina
  2. Che bello, sono molto molto felice per te!!Evviva la magia di Varanasi, ne sento ancora il profumo sulla pelle, è un luogo straordinario! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, ricordo quando ci sei stata e mi dicevi che avrei dovuto andarci... una profezia? :-) Adesso tutte le mie energie sono canalizzate su questo :-)

      Elimina

☾ Tat Tvam Asi ♥