venerdì 16 ottobre 2015

Autentiticità

Note musicali si diffondono per la piccola camera da letto, Jammin, Jammin...

Un acchiappasogni è appeso sopra la testata del letto, un foglietto con delle frasi scritte a penna è infilato nello stesso chiodo. Dice: Vivi, ridi, viaggia, ama, splendi, sorridi. Felicità, gioia, amore. La vita è meravigliosa, rispettiamola, viviamola, grazie.

Ricordo di una sera d'estate con la satsang family, quando, mentre lui (quello che in questo momento strimpella Jammin) suonava, un amico mezzo italiano, mezzo indiano e mezzo africano canalizzava su fogli bianchi frasi per ognuno di noi e a me era destinata questa.

Alla fine non sono più andata a vivere in campagna, non è accaduto. Mi sono invece ritrovata a girare per tutti questi mesi con uno zaino o una sacca e alcuni vestiti dentro, tra Puglia e Umbria e ancora adesso mi sento una zingara perché dormirò a casa due giorni su sette.

C'era sempre lui, nei vari spostamenti, e anche un'allegra carovana di nuovi amici, la satsang family per l'appunto.

foto scattata da un'amica

Ci siamo conosciuti ai ritiri e ai satsang suoi e mai avrei pensato di ritrovarmi a seguire un maestro vivente, anche si comporta come un amico, a vivere così seguendo il flusso di quello che accade, con fiducia. Io e lui, il mio Cappellaio Matto, siamo partiti più di una volta senza soldi e senza sapere dove dormire e abbiamo sempre trovato il modo di guadagnare qualcosa con i nostri lavori artigianali e di trovare chi ci ospitasse o un luogo in cui dormire per pochi euro.

Vegan Fest

E poi lui incantava sempre tutti con la sua voce e le sue canzoni.

foto scattata da un'amica

Ecco una delle mie preferite, registrata da me.





Chi lo avrebbe detto che dopo un anno saremmo stati ancora qui?
Due persone che non si conoscono e si ritrovano improvvisamente catapultate l'una verso l'altra, fortemente attratte, e iniziano a vivere insieme in Austria per partire dopo poco in India...
Due persone che, di fatto, non si conoscono e si ritrovano ad affrontare i lati meravigliosi ma anche meno piacevoli l'uno dell'altra, che imparano a conoscersi giorno dopo giorno, attimo dopo attimo...

Posso dire di essere "cresciuta" dopo un anno o forse sarebbe più appropriato dire che sono più me stessa. Entrare in relazione con qualcuno e coinvolgersi a livello profondo permette di guardarti allo specchio e di vederti nel bene e nel male. Il processo non è semplice ma per me quello che conta è l'autenticità.

 E adesso posso dire che mi siete mancate/i e posso tornare a condividere, dopo questa lunga assenza :)

Un abbraccio dal CUORE

Chandana



ps Grazie al Cappellaio Matto che mi ha spronata a tornare a scrivere <3


8 commenti:

  1. Speravo che tornassi a scrivere in questo spazio!
    Non avevo del tutto perso le tue tracce e ti immaginavo felice a tessere mandala da qualche parte nella tua Puglia, e a trovarti...sono contenta di vedere che non ci sono andata così lontana. Bentornata, namasté!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi abbiamo continuato a seguirci in quell'altro angoletto virtuale ma devo dire che qui è sempre tutto più caldo e intimo :) Un abbraccio e grazie di aver scritto <3

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Bentornata amica mia ♥ ...e un saluto al cappellaio matto! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie amica carissima <3 Saluti anche a C. :D

      Elimina
  4. ti aspettavo. Ti ho aspettata con ...pazienza ( quella che di solito non ho!) e la cosa bella e buffa e quasi strana è che ti immaginavo proprio così! Uno zaino, i viaggi, gli spostamenti, mille incontri, pochi soldi per vivere, comprendendo così che ne bastano pochi per chi ha un cuore grande , la capacità di comunicare e ricerca l'essenza di sè e della sua vita.
    ..nel frattempo è nato il mio secondo nipotino. Ora va tutto bene, ma è stato un parto difficile per Giulia, che ha rischiato davvero di volare via ed io ho rischiato di perdere la mia creatura.
    quest'anima meravigliosa si chiama Ayma, vocabolo greco (...ho ripreso in mano il mio vocabolario del liceo, abbandonato sul ripiano più alto della libreria) che significa Sangue, forza vitale. Unai ed Ayma sono davvero la mia forza, la mia dose quotidiana di ottimismo e sono loro le frecce che lanciano me verso il domani.
    che bello ritrovarti!
    con tanto amore Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Emanuela, mi è dispiaciuto sapere di tua figlia ma nello stesso tempo mi ha emozionata leggere quel nome che vuol dire forza vitale... che meravigliosa storia a lieto fine! Sono davvero felice per voi, i bambini sono esseri meravigliosi, non ti nego che vorrei tanto averne uno ma ancora non è arrivato il momento giusto, per adesso mi godo quelli degli altri :-)

      Adesso mentre lui tesse mandala io scrivo, con la musica di un amico come sottofondo. Tra poco andremo all'inaugurazione della pasticceria vegana e raw di un'amica. Il sole splende e sono felice :) Grazie per avermi pensata <3

      Elimina
    2. non è il momento giusto ,perchè secondo me non decidiamo noi, i bambini sanno quando arrivare, nonostante abbiamo la solita, eterna presunzione di essere noi a decidere.
      Pasticceria vegana? e allora mangiati un dolcino anche per me, che adoro questi dolci (...e pure li cucino..), ascolta la musica, goditi il sole. Anche qua, oggi, è stata una giornata magica, piena di quella luce che riconcilia con il mondo e sana ogni ferita.
      ti voglio bene
      Emanuela

      Elimina

☾ Tat Tvam Asi ♥